13.9 C
Belluno
giovedì, Maggio 28, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti La mostra fotografica "Afghanistan... per dove... " di Carla Dazzi, l’8 marzo...

La mostra fotografica “Afghanistan… per dove… ” di Carla Dazzi, l’8 marzo a Kabul

In occasione della festa della donna 2013, sarà esposta presso l’Ambasciata italiana a Kabul la mostra fotografica “Afghanistan… per dove… ” della fotografa bellunese Carla Dazzi che si recherà in loco per la presentazione accompagnata da Daniele Giaffredo, operatore nella sede italiana di ISP.

afghanistan mostra dazziBelluno, 6 marzo 2013. Carla Dazzi – volontaria di “Insieme si può…” – da 13 anni si spende a favore della difesa dei diritti delle donne, ancor’oggi impossibilitate a condurre una vita per davvero libera e nel pieno della loro dignità. Le sue opere fotografiche ripercorrono i numerosi viaggi umanitari della Dazzi e di altri volontari di “Insieme si può…” in Afghanistan per seguire direttamente i progetti dell’associazione.“Tante sono le storie viste e sentite durante i miei viaggi. Una voce mi è rimasta nella mente e nel cuore: in un incontro a Farah, il capo villaggio nel congedarci ci ha raccomandato: «parlate, parlate dell’Afghanistan, perché solo così questo paese continuerà a vivere». La mia mostra vorrebbe rendere omaggio alla parte di società civile afghana che purtroppo non ha voce nel nostro mondo”. “L’Afghanistan non è solo guerra – anche se la guerra è una realtà da decenni presente nella vita quotidiana della gente – e gli afghani non sono solo guerrieri o fondamentalisti. Ma esiste anche un altro Afghanistan di cui si parla poco, un paese di donne e uomini che, pur vivendo dentro i conflitti, cercano soluzioni alternative a quelle basate sui rapporti di forza e l’uso della violenza”. Nel corso della permanenza in Afghanistan verranno consegnate le capre del progetto “Una capra per le donne afghane” condotto in loco da “Insieme si può…” che consente alle donne costrette in condizioni di profonda miseria, emarginazione e discriminazione, di possedere una capra, affidata loro in termini di microcredito. Una capra può costituire un vero cambiamento di vita: è latte, capretti, sterco da bruciare, sostentamento, sviluppo futuro. Ma anche la restituzione di autostima e dignità personale. Per contribuire è possibile versare ad Associazione Gruppi “Insieme si può…” IT 16 K 02008 11910 000017613555. Il costo di una capra è di 50 euro. Il versamento è gratuito e deducibile fiscalmente.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Domenica Giornata del sollievo 2020. Il Covid non ferma le cure palliative

In occasione della giornata nazionale del Sollievo, indetta a livello nazionale per il 31 maggio 2020, l’Ulss Dolomiti, diffonde i dati sulle attività delle...

Confcommercio. Soddisfazione per le misure di sostegno delle attività commerciali approvate dal Comune di Feltre

La Consulta Confcommercio della città di Feltre ha appreso con soddisfazione che nell’ultimo Consiglio comunale di maggio sono stati approvati importanti aiuti per le...

Next Generation Ue. Dorfmann: “15 miliardi per lo sviluppo rurale”

Si chiama “Next Generation EU” il pacchetto da 750 miliardi di euro presentato dalla Commissione Europea per sostenere la ripartenza degli Stati membri dopo...

Donne impresa guarda al post covid. Martina Gennari: “Sono le donne a pagare i costi della pandemia”

La conciliazione casa-lavoro è da sempre un tema fondamentale per gli artigiani, che spesso non riescono a distinguere tra vita domestica e vita lavorativa....
Share