Friday, 22 November 2019 - 15:42
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

I poliziotti di quartiere arrestano un latitante

Mar 4th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

polizia 150x113Nel corso dei rafforzati servizi di controllo del territorio disposti dal Questore Ingrassia, per contrastare il fenomeno dei furti nel capoluogo, i poliziotti di quartiere, nella mattinata di sabato, nel corso di un servizio di perlustrazione notavano un’autovettura Chrysler di colore grigio con vetri oscurati parcheggiata in via Vittorio Veneto. Che alla vista della pattuglia si spostava nel parcheggio di un vicino supermercato. I poliziotti, insospettiti da tale atteggiamento e dal fatto che dalla vettura non scendeva nessuno, bloccavano l’autovettura per effettuare il controllo di conducente e passeggeri, anche con il supporto di una Volante della Questura inviata immediatamente in ausilio.

Dalla verifica dei soggetti, tre uomini e una donna, tutti di nazionalità rumena, emergeva che il conducente aveva precedenti per armi e ricettazione, mentre un passeggero M. A. M. di anni 30, era ricercato avendo a carico un ordine di carcerazione della Procura Generale di Roma, per una condanna a 1 anno e 28 giorni di reclusione per furti connessi nella zona di Roma.

A seguito della perquisizione del mezzo venivano scoperti nel vano del cruscotto alcuni oggetti atti allo scasso, quali un coltello ed un cacciavite, che venivano sottoposti a sequestro. Per tale ragione il conducente D.A.F, di anni 32 cittadino rumeno, veniva denunciato in stato di libertà per possesso ingiustificato di armi. Sequestrata anche una radio ricetrasmittente, idonea alla ricezione delle comunicazioni della Forze di Polizia.

Al termine dell’attività il ricercato veniva associato alla Casa Circondariale di Belluno.

Le quattro persone, ritenute socialmente pericolose e dedite a probabili furti, sono stati fatti oggetto da parte del Questore di foglio di via con divieto di ritorno per anni tre nella provincia di Belluno.

In caso di violazione rischiano una denuncia e una condanna fino a 6 mesi di arresto.

 

Share

Comments are closed.