Wednesday, 13 November 2019 - 04:24
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Comune di Feltre: preallarme neve, attesa tra giovedì e venerdì

Feb 21st, 2013 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

feltreA seguito del preallarme neve emesso dal CFD regionale, si avvisa che le principali nevicate sono previste fra la serata e la notte di oggi. Gli eventuali principali disagi per la circolazione sono pertanto ipotizzati per la giornata di venerdì.

Il Comune di Feltre informa che:

1. Sono stati preallertati i volontari di protezione civile per la giornata di domani, al fine di coaudiuvare i lavori di sgombero, in particolare su marciapiedi, principali servizi pubblici e in prossimità dei seggi elettorali;

2. È attiva l’ordinanza per il divieto di parcheggio in centro storico, il cartello di segnalazione è stato regolarmente posizionato nella giornata di mercoledì;

3. Per particolari emergenze è sempre attivo il numero della reperibilità del comune 3357598728;

4. Il tempo stimato per le operazioni principali di sgombero (strade, marciapiedi, isole ecologiche, mercato, parcheggi principali) è di qualche giorno. Si invita pertanto a mettere in conto qualche lieve ritardo/disagio negli spostamenti e nelle operazioni quotidiane. Ciò consente di limitare al massimo le spese di sgombero, già rilevanti di per sé, cosa essenziale peraltro nelle attuali condizioni di bilancio.

Si invitano inoltre i cittadini:

1. A limitare allo stretto necessario gli spostamenti e l’utilizzo di auto nella giornata di domani, utilizzando al massimo i mezzi pubblici, attivando pratiche di car pooling (no “una persona una macchina”);

2. A collaborare nello sgombero neve dai marciapiedi di propria pertinenza (vietato buttare neve in strada);

3. a non abbandonare rifiuti all’esterno delle isole ecologiche (severamente vietato).

 

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Sono passati solo 8 mesi, ma Perenzin si dimostra incapace di fare le cose minime come spazzare la neve.

    Se questo è il livello…

  2. Cosa ci si può aspettare da un sindaco che ha spinto la città a negare l’appartenenza ad un ambito montano? Salvo poi chiedere a gran voce che Bolzano/Bozen mandi soldi per pl teatro de la Sena!