Wednesday, 13 November 2019 - 04:25
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Mancata erogazione dell’acqua ad Arabba. Federalberghi Belluno: “evidentemente le strutture ricettive hanno priorità solo quando si tratta di aumentare la tariffa oltre i termini consentiti”

Feb 20th, 2013 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

ascom“Che il turismo non stia vivendo la sua stagione migliore non è più una notizia, ma alla crisi dei consumi non può coincidere anche una crisi nell’erogazione dei servizi di base che, congiuntamente a quanto posto a disposizione degli ospiti dalle strutture alberghiere, contribuisce alla formazione della qualità di una stazione turistica”.

Lo afferma in una nota Federalberghi Belluno, in relazione alla mancata erogazione dell’acqua ad Arabba.

“È quello che sta succedendo oggi ad Arabba, una delle mete poche del turismo internazionale della provincia di Belluno, che per la sua fama internazionale si confronta con le concorrenti non solo dell’Alto Adige, ma con i principali competitor europei del settore.

La mancata erogazione dell’acqua alle imprese alberghiere mette in seria difficoltà i gestori delle strutture ricettive che non possono far fronte alle legittime richieste della loro clientela di poter usufruire dei servizi, per altro resi obbligatori dalla normativa regionale, con le conseguenze non solo in termini di immagine, ma anche di permanenza dell’ospite.

Pare quasi superfluo ricordare che gli alberghi sono i massimi contribuenti dei servizi idriche ed in quanto tali dovrebbero essere considerati una priorità dal gestore del servizio, non solo rispettando gli impegni garantiti dalla carta dei servizi, ma anticipandone le tempistiche.

Ma evidentemente le strutture ricettive hanno “priorità” solo quando si tratta di aumentare la tariffa oltre i termini consentiti, decisione verso la quale Confcommercio Belluno ha fatto ricorso a Tribunale Amministrativo Regionale”.

 

Share

Comments are closed.