13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 1, 2020
Home Cronaca/Politica Al via la nuova campagna di comunicazione di Ascotrade, società partecipata da...

Al via la nuova campagna di comunicazione di Ascotrade, società partecipata da gruppo Ascopiave e Bim Gsp che nella provincia di Belluno gestisce circa 30mila clienti del mercato del gas

ascotrade ascopiave bim gspLa provincia di Belluno entra nel mirino di Ascotrade, l’azienda trevigiana specializzata nella fornitura di gas ed energia elettrica che da dieci anni opera nel mercato dell’energia. Già presente nell’area con circa 30 mila clienti gas e operativa con quattro uffici commerciali (a Belluno, Feltre, Tai di Cadore, Agordo), la società trevigiana, controllata all’89% dal gruppo Ascopiave e all’11% da Bim Gsp (quote societarie che potrebbero essere cedute per sanare le passività di Bim Gsp), darà il via nei prossimi mesi in tutto il territorio bellunese a una capillare campagna di comunicazione volta a promuovere le sue offerte commerciali di luce e gas, tra le più competitive del mercato.

Campagna di comunicazione che è stata ufficialmente presentata quest’oggi, presso la sede della Provincia di Belluno, dal presidente di Ascotrade Stefano Busolin. «Diamo avvio stamane a un lavoro che nasce da un rapporto consolidato con questo territorio», dichiara il presidente Busolin. «Un rapporto che parte da lontano, allacciando le sue radici con quelle della multiutility Bim Gsp (gestore dell’intera rete distributiva della provincia escluso il comune di Feltre, ndr), e che da tempo coltiviamo portando avanti la filosofia distintiva del nostro gruppo, fatta di dialogo costante con il territorio e rappresentata, ad esempio, dall’accordo con i sindacati provinciali per lo sconto sulle bollette del gas alle famiglie in difficoltà economica, che proponiamo ininterrottamente da cinque anni a questa parte».

Affissioni, spot televisivi e radiofonici, contatto diretto con i cittadini attraverso stand nelle piazze, restyling dei quattro sportelli provinciali e sostegno alle iniziative locali in particolare ai comuni. Tutto questo sarà il complesso delle attività messe in campo da Ascotrade che porteranno un significativo indotto economico in tutto il territorio. Nei prossimi dodici mesi l’azienda trevigiana promuoverà le sue offerte commerciali e in particolare il suo prodotto di punta, Forza Doppia Extra, che prevede la fornitura combinata di luce e gas a tariffe davvero vantaggiose, per un risparmio annuo garantito di almeno 60 euro.

«Puntiamo sul bellunese perché rappresenta per noi una solida base, che intendiamo portare nel mercato libero promuovendo soprattutto la nostra offerta per l’energia elettrica», prosegue il presidente Busolin. «Affrontiamo questa sfida con i migliori auspici: solo negli ultimi dodici mesi la rete dei quattro sportelli territoriali ha gestito un totale di 5600 operazioni, delle quali il 30% composto da pratiche per nuovi contratti. Confidiamo che i bellunesi vogliano conoscere non solo le nostre offerte e i nostri vantaggi, ma anche la realtà di Ascotrade che, ricordiamo, non è una multinazionale ma un’azienda del territorio, che fa della vicinanza al cliente il valore aggiunto della sua offerta». Un concetto condiviso dagli stessi clienti: secondo un’indagine demoscopica condotta dall’Autorità per l’Energia, infatti, il livello di gradimento sui servizi forniti dal call center Ascotrade (tempistica e modalità di risposta, cortesia degli operatori, vicinanza al territorio, ecc.) si attesta al 94,6% sulla media ponderata campionaria, posizionando così l’azienda trevigiana ai primi posti a livello nazionale.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Emergenze abitative. Il Comune di Belluno conferma la collaborazione per altri tre anni con la Caritas per la gestione della Casa Prade

La Giunta comunale ha approvato la prosecuzione per altri tre anni della collaborazione con la Caritas diocesana per la gestione del servizio integrato di...

Indagine di sieroprevalenza per 10.500 veneti per stabilire quanti hanno sviluppato anticorpi.

Venezia, 1 giugno 2020   Questa settimana sarà dato avvio nel Veneto all’indagine di siero-prevalenza della popolazione, promossa dal Ministero della Salute e dall’ISTAT con...

Confartigianato, rimborsi per la prevenzione sanitaria. Scarzanella: «Misure concrete, non la lotteria del “click day” dei rimborsi Invitalia»

«La montagna esce ancora una volta sconfitta. Bisogna cambiare sistema, altrimenti il mondo dell'artigianato dovrà continuare ad arrangiarsi come ha fatto finora». È il commento...

Massaro e Perenzin sollecitano Zaia: «Asili nido ancora fermi. Vogliamo riaprirli, la Regione si decida»

  Appello dei sindaci bellunesi alla Regione Veneto affinché provveda alla riapertura degli asili nido: l'ordinanza regionale n. 50 dello scorso 23 maggio - che...
Share