Thursday, 21 November 2019 - 05:36
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Una continua ubriacatura di banalità da chi arriva dalla luna * intervento di Giancarlo Ingrosso candidato Scelta civica con Monti

Feb 4th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Lettere Opinioni, Prima Pagina

Giancarlo Ingrosso civica BortoluzziAppare, a dir poco, stucchevole, la lettura quotidiana delle proposte elettorali che vanno dall’ovvio al banale all’indispensabile!

Una continua ubriacatura di ciò che avrebbe dovuto essere un pre-requisito per ogni programma di chi si proponga di Governare un Paese ed un riepilogo di ciò che è stato fatto, per chi il Paese lo ha governato per anni.

Invece assistiamo agli esilaranti virtuosismi giornalistici e televisivi (oggi siamo all’apoteosi!) di chi, arrivando dalla luna e calandosi improvvisamente nel pieno di una campagna elettorale, bacchetta a destra e a manca (e al centro!) impartendo lezioni di economia, finanza, giustizia, lavoro, occupazione, morale, etica, … e chi più ne ha (di tempo da perdere) più ne metta…

In realtà lo scenario che gli elettori sono chiamati a valutare è molto semplice.

Provo a semplificare.

Da anni (non da alcuni mesi) al governo si sono alternati centrosinistra e centrodestra, (nell’ultima legislatura, solo destra dato che il centro ne era uscito). Questi due schieramenti sono gli stessi che oggi si propongono nuovamente.

È lapalissiano che chi ha avuto modo di apprezzare quella compagine di Destra – che fino al novembre 2011 ha guidato il Paese, dopo essere stata eletta con una maggioranza bulgara, come mai prima in Italia – ha il pieno diritto di scegliere e votare il raggruppamento capeggiato ora dall’ultrasettantacinquenne Berlusconi (e quella coalizione che raggruppa la pletora di minuscole galassie e simboli elettorali di una destra tutt’altro che europea).

È altrettanto lapalissiano che chi oggi rimpiange con nostalgia quel profilo ulivista di Bertinottiana (o Ingroiana) memoria – che dopo aver portato al Governo del paese una sinistra così composita da dover passare ogni decisione al vaglio di decine di soggetti con potere di interdizione – potrà scegliere la compagine capitanata da Bersani-Vendola.

Chi, invece, è talmente incazzato da non volerne sapere di nessuno … o rimane a casa oppure vota Grillo!

Last but not least c’è un’altra opzione, che personalmente ritengo rappresentare l’unica prospettiva di luce e speranza per il futuro del nostro meraviglioso, ma spesso cinico e un po’ cialtrone, Paese: la SCELTA CIVICA con MONTI.

Monti ha voluto che nessuno dei politici, parlamentari in carica venissero riproposti alla Camera dei Deputati (accettandone un selezionato gruppo di più “esperti” solamente alla Camera Alta del Senato).

Irene Tinagli, Ilaria Capua, Andrea Romano, Mario Marazziti, Alberto Bombassei e tutti gli altri capilista alla Camera di Scelta Civica, rappresentano eccellenze italiane in tanti ambiti diversi che vanno dall’industria alla ricerca, dall’università al terzo settore e alla conservazione dei beni culturali.

Sono tutte persone che hanno avuto successo, alcune anche economico, ma si tratta di un successo che viene dalla competenza e dal merito e non da rendite di posizione, dal controllo di un territorio o dal presidio di una corporazione. Nulla a che fare con il notabiliato, incrostato nelle vecchie compagini politiche!

La grande maggioranza dei candidati di Scelta Civica ha addirittura qualcosa da perdere dalla “salita in politica” e questa mi sembra la miglior garanzia possibile sulla qualità del nostro impegno.

Mai nella storia recente del nostro Paese un movimento politico, fatto interamente di cittadini, si è costituito in una settimana, per affrontare l’elezione nel giro di un mese e mezzo, come ha fatto SCELTA CIVICA.

Mai tante eccellenze della società civile, provenienti da culture e storie diverse, hanno fatto la scelta di mettersi in gioco invece di continuare a indulgere nello sport nazionale della critica fine a se stesse e della lamentela, o dell’accodarsi ai potentati ed alle clientele di turno.

Cinismo e malgoverno hanno lavorato insieme per indebolire le risorse di cui la nostra nazione è ricca. Dobbiamo sconfiggerli entrambi se vogliamo far salire l’Italia e gli italiani.

Giancarlo Ingrosso

Candidato alla Camera – Veneto 2

SCELTA CIVICA con MONTI

Share

Comments are closed.