Wednesday, 13 November 2019 - 04:38
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Approvato in commissione il progetto di legge contro la concorrenza sleale e l’abusivismo. Toscani: “provvedimento atteso anche dagli operatori bellunesi”

Feb 4th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Matteo Toscani

Matteo Toscani

Il vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto, Matteo Toscani, esprime soddisfazione per il via libera in Commissione Commercio alla proposta di Legge presentata dal collega della Lega Nord Paolo Tosatto, che introduce il Documento Unico di regolarità Contributiva (DURC) da parte degli operatori del commercio su area pubblica.

«Si tratta di un provvedimento molto atteso anche dagli operatori bellunesi del settore – commenta Toscani, anche lui firmatario del progetto di legge – perché introduce la certificazione che attesta l’assolvimento, da parte dell’azienda, degli obblighi legislativi e contrattuali nei confronti degli enti previdenziali e assicurativi. E’ rilasciato dall’INPS o dall’INAIL e può essere richiesto dalle imprese, direttamente o attraverso i consulenti e le associazioni sindacali riconosciute dal CNEL, anche per via telematica». «E’ uno strumento – precisa ancora Matteo Toscani – contro la concorrenza sleale fra le imprese, il lavoro nero e gli ambulanti che operano senza i requisiti di legge nei mercati cittadini». «Come i colleghi Luca Baggio e Paolo Tosato – conclude il vicepresidente dell’assemblea regionale – auspico che questo provvedimento sia portato al più presto in aula, in modo tale che anche il Veneto possa finalmente introdurre l’obbligo di presentazione della certificazione di regolarità contributiva, come hanno già fatto Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Trentino Alto Adige e Umbria».

Share

5 comments
Leave a comment »

  1. Ecco l’ennesima cazzata dei fenomeni leghisti. Va bene il DURC, i consulenti e le associazioni ringraziano mentre i commercianti si trovano l’ennesimo balzello da pagare, MA CHI CONTROLLA SE GIA’ OGGI CI SONO GLI ABUSIVI CHE SUONANO ALLE PORTE DELLE CASE PER VENDERE FAZZOLETTI, SALVIETTE, CALZINI, ECC.? La competenza sui mercati cittadini è della Polizia municipale, la quale a mala pena riesce a stare sulle strade per regolare il traffico e già oggi controllano poco nei mercati. A meno che non li tolgano dalle strade e dal fare multe nei parcheggi per metterli a controllare gli ambulanti nei mercati cittadini, prima però devono spiegare loro cosaè un DURC e come fare a capire se sono falsi …….

  2. Più che concorrenza sleale forse è il caso di parlare di sopravvivenza sleale

  3. Toscani porta in consiglio l’art. 15 dello statuto, no ste monade qua!

  4. Alla faccia della semplificazione.
    E dell’efficacia.
    La DURC eventualmente garantisce per il passato
    non certo per il presente
    meno che meno per il futuro
    nell’edilizia è richiesta da tempo ed ha innescato il seguente circolo vizioso:
    a – non sei riuscito a pagare INPS-INAIL-CE perchè qualcuno non ti paga e non avevi liquidità
    b – non ti rilasciano di conseguenza la DURC
    c – non puoi lavorare perchè non hai la DURC
    d- non puoi pagare inps-inail perchè non lavori e non guadagni
    e – ti ritrovi in un mare di guai perchè non pagare INPS-INAIL ha risvolti anche penali
    f – GAME OVER per l’attività

    Qualche iniziativa per migliorare la situazione no?

  5. Intellighenzia Leghista
    nel tentativo di fare dispetto agli extracomunitari che campano di commercio abusivo, tagliano i maroni anche a quelli regolari