13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 12, 2020
Home Cronaca/Politica Disagi sui binari. Giovanni Piccoli: "la questione ferroviaria è una priorità. Il...

Disagi sui binari. Giovanni Piccoli: “la questione ferroviaria è una priorità. Il Bellunese non può rimanere isolato”

“La questione ferroviaria è prioritaria e deve essere affrontata a tutti i livelli istituzionali. Se il servizio sta peggiorando ovunque – in particolare sulle tratte interne – nei territori periferici, come il Bellunese, i problemi sono ancora più evidenti”.

Così Giovanni Piccoli, candidato al Senato per la lista del Pdl, interviene sullo stillicidio di disagi che quotidianamente vivono i pendolari bellunesi.

“Il tema della mobilità e del divario infrastrutturale patito dalla montagna è complesso soprattutto in un momento in cui le risorse sono poche”, afferma Piccoli, convinto che il “nodo” ferroviario possa essere risolto anche con nuove soluzioni di tipo organizzativo e

logistico: “Le tratte interne al territorio regionale devono essere regionalizzate come già avviene in Lombardia con Trenord. In questo modo il cervello può essere avvicinato al territorio e calibrato in

maniera diversa potenziando i treni davvero utili e razionalizzando quelli che ancora girano vuoti”.

“So che la Regione si sta muovendo in tal senso e penso sia la strada giusta per migliorare gli standard del servizio”, afferma il sindaco di Sedico. “Una cosa è comunque certa: i collegamenti con la pianura non possono essere messi in discussione così come la Calalzo-Roma che invece deve essere potenziata a fini turistici”.

“In tempi di crisi, con la benzina alle stelle, il treno è sempre più utilizzato e un efficentamento del servizio diventa improrogabile”, prosegue Piccoli.

Altro capitolo i tempi: “Occorre trovare il modo di ridurre i tempi di percorrenza con le città della pianura. Chi usa il treno non può metterci il doppio o il triplo di tempo rispetto a chi utilizza l’autostrada”.

“Una volta migliorato il servizio su rotaia, si possono trovare degli strumenti per incentivare l’uso del treno magari con abbonamenti agevolati per le fasce meno abbienti. In questo Paese è giunto il tempo di affrontare la questione ferroviaria in maniera organica approfittando della liberalizzazione delle tratte portata avanti dalle Istituzioni comunitarie”, conclude Piccoli.

Share
- Advertisment -



Popolari

Sara Osculati, manager di Thélios, scelta da Vision Monday tra le donne più influenti del settore occhialeria

Longarone, 12 agosto 2020 - Sara Osculati, Chief Brand and Product Officer di Thélios è tra le donne manager più influenti del settore dell’occhialeria...

Quindicenne perde la vita sull’argine del Piave schiacciato tra i massi. Allarme per un ragazzino morso da una vipera

Belluno, 11 - 08 - 20 Attorno alle 16 la Centrale del 118 è stata allertata per un ragazzo 15enne rimasto incastrato tra due...

Anziano parte da Cremona per trovare l’amico di Belluno, ma a Ferrara si perde

Era partito qualche giorno fa dalla provincia di Cremona per ritrovarsi con un amico della provincia di Belluno. Domenica scorsa, non vedendolo arrivare è...

I proprietari del Nevegal in assemblea

Sabato 8 agosto 2020 si è tenuta presso la Sala comunale ex Hall del Complesso Le Torri del Nevegal la prima Assemblea dell’Associazione Proprietari...
Share