Saturday, 7 December 2019 - 14:14
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Crisi economica e tassazione. Il segretario provinciale della Lega alle imprese bellunesi: “Esiste una questione settentrionale e non solamente nazionale”

Gen 28th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Diego Vello

Diego Vello

“Ho apprezzato e reputo sia stata una mattinata costruttiva e utile quella organizzata oggi dalle associazioni di categoria del mondo imprenditoriale bellunese in Camera di Commercio” dichiara Diego Vello, segretario provinciale della Lega Nord.

“I dati emersi questa mattina sono l’emblema di un Paese che sta trainando nel baratro anche il Veneto e il Bellunese. Chi ogni giorno mette in liquidazione le imprese è palesemente il mix esplosivo di burocrazia e tasse, un connubio tutto italiano. Una tassazione indecente che con il suo 55% di pressione fiscale sta letteralmente uccidendo le nostre imprese di tasse.

Agli imprenditori dico che come Lega Nord continueremo a perorare la cause di maggiore autonomia dei nostri territori con un occhio di riguardo al mondo del lavoro, credo però che le associazioni bellunesi debbano imparare un concetto che oggi non ho sentito ossia che esiste una questione settentrionale e non solamente nazionale.

Se l’incontro odierno fosse stato organizzato a Catania o Napoli si sarebbe parlato solo di Sud e di mezzogiorno, concentrando gli sforzi sul territorio, a Belluno però si parla un po’ troppo, ancora, di Stato e Italia.

E’ arrivato il momento che anche le forze economiche e produttive del Nord, come di Belluno, si rendano conto che dalle sole regioni Piemonte, Lombardia e Veneto, ogni anno partono oltre cento miliardi di euro che vanno proprio a foraggiare quel Sud che è zavorra e mina lo sviluppo delle nostre imprese.

Alla sinistra progressista e globalizzata che in questi anni criticava la Lega Nord sui concetti più basilari del federalismo definendoci medievali e arretrati dico che questi sono i risultati del loro iper-centralismo, oggi paradossalmente caldeggiato anche da uno pseudo liberale come Monti.

Se parte di questi cento miliardi restassero in loco – conclude Vello – non ci sarebbe bisogno di nessun antidoto contro la crisi, infatti basterebbe reinvestire quello che già produciamo. Concetti semplici ma a volte essenziali per rilanciare anche le imprese del Nord”.

 

Share

13 comments
Leave a comment »

  1. strano che se ne accorga solo in campagna elettorale e non in tutti gli anni che sono stati al governo nazionale, regionale, provinciale e locale
    Forse in quegli anni erano più impegnati negli investimenti in tanzania e a comperare la laurea al trota

  2. Be’ ma..smettiamola di paragonare la Lega Nord provinciale di Belluno con il trota!
    Ma per favore!!! Diego Vello non e’ la persona giusta per continuare ad attaccarlo con quel discorso!
    Il partito e’ stato rinnovato,nno e’ piu’ in mano alla famiglia Bossi bensi’ a Tosi,Maroni,Salvini..tanto per citarne alcuni..
    Non piacciono neanche loro? Nessuno obbliga a votare nessuno!

  3. qualcuno ha i GRILLI per la testa come al solito 😉

  4. Vedo che Tessarollo non si è candidato nemmeno al Senato.
    Forse ci fa la sorpresa per la Presidenza della Repubblica?
    Facciamo che smettiamo di rispondere alle sue provocazioni e tiriamo dritto per la nostra strada?

  5. troppo facile cavarsela così cara Lidia
    Mandato a casa il povero trota, il belsito e adesso la lega è “nuova”?????
    Avete mangiato e bevuto anche voi come tutti gli altri
    Sia per i rimborsi elettorali (milioni di euro) che piazzando questo e quel vostro uomo in sedie, seggiole e careghe (vedi ad esempio nella fondazione cariverona)

    Facile scaricare tutto su bossi (che fino a ieri era il vostro padre eterno) e adesso rimettersi in corsa, ovviamnete sempre i soliti noti e pretendere che la gente vi creda Marone è da anni che è li che mangia con berlusconi, ha votato anche lui i super finanziamenti a catania e a roma o mi sbaglio???

    ressegnatevi fate anche voi parte del magna magna!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. Lega?
    Game over.
    Non è più credibile (se mai lo è stata).
    E va bene così.

  7. Sign.Ezio..si sbaglia quando dice che le facce sono ancora le stesse! A parte qualche caso le persone scelte da Tosi e maroni sono nuove,rinnovate.E’ rimasto solo chi ha lavorato bene in passato tipo Bitonci ad esempio.E un’altra cosa…io non ho mai mangiato nulla!Come del resto i numerosi militanti che da sempre si impegnano a favore del movimento,che da sempre credono nella nostra linea,idea politica.Non e’ colpa dei militanti quello che e’ successo a marzo.E non vedo perche’ dovremmo rinunciare a provare a risanare il nostro partito .Lei sara’ uno di quelli che il 2 4febbraio votera’ Monti o ppure Bersani.Non mi resta che farle gli auguri..a lei e all’Italia…
    P.S. guardi un po’ la Francia..com’e’ messa con Hollande!

  8. io cara Signora Lidia
    ho smesso da un pezzo a credere a questi professionisti della politica, di ogni partito e cricca
    Lega compresa ovviamente che da decenni mangia grazie alla sua servizievole e mite sudditanza a berlusconi
    Lui decide e voi eseguite!!!
    Tu parli di risanamento ma sorrido se lo si fa aggregandosi al “meglio” del nuovo che avanza cioè berlusconi, storace il grande sud di miccichè Complimenti davvero, questo si che è rinnovamento
    E poi, i 2 candidati nel bellunse son davvero molto nuovi !!!
    Certo che è colpa dei militanti dato che nella Lega voi guardate ai vostri capi, ieri a bossi oggi al nuovisismo maroni, come a dei padri eterni, intoccabili e ingiudicabili E inoltre chi si fa carico di fare propaganda (che mai ammette errori e fallanze) è comunque responsabile del suo partito e ne porta anche gli oneri
    Io, come detto, ho le mani libere e critico chiunque consapevole del fatto che i partiti politici (che arraffano milioni e milioni di euro ogni anno per nulla) sono il cancro di questa nostra società
    Per lo mneo in Francia e in ogni altro Paese dle mondo costano molto meno che qui
    Vergognatevi!!!!!!!!!!!!!

  9. Veda lei sign.Ezio,
    ognuno e’ libero di esprimersi come crede e di fare le scelte che gli conviene ,
    io scelgo di credere ancora in qualcuno,in qualcosa.Io resto nella Lega e vado avanti con il mio impegno…senza vergogna!Non ho nulla d cui vergognarmi ,giammai…..

  10. vada vada Signora Lidia
    che u suoi capi han bisogno di chi ci mette la faccia, di chi si da da fare onestamente e disiteressatamente per farsi una credibilità da spendere per accreditare questo o quello
    Ieri il trota e belsito, bossi e qualche altro tramaccione di aprtito e oggi i cosidetti volti nuovi che han governato per decenni e che sicuramente la ringraziano sentitamente
    Amen
    (si puo’ essere COLPEVOLI di tacito consenso)

  11. Quando mi guardo intorno vedo che ci sono ancora persone che, indipendentemente da colori e bandiere, lavorano al meglio e si danno da fare per il bene della popolazione. E parlo soprattutto di persone e amministratori locali. Di tutti i colori politici. Ovunque si trova il buono e il cattivo. Se dobbiamo puntare il dito, per favore, anzichè guardare il dito guardiamo anche le cose buone. Sono quelle che fanno la differenza.

  12. si si è vero
    ma io di cose buone ne vedo davvero molto poche
    e nessuna di loro è fatta da parlamentari, senatori MAI scelti da noi cittadini ma calati dall’alto dal potere centrale
    questa è la cosa molto molto triste
    Gente per bene che lavora bene sul territorio che deve spendersi e metterci la faccia per avallare alleanze molto lontane da noi Tipo lega + berlusconi + storace + grende sud e magari qualche nostalgico fascista

  13. Per sign.Ezio:http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=La+Francia+dice+s%C3%AC+ai+matrimoni+gay%3A+%27%27%C3%A9galit%C3%A9%27%27%21&idSezione=19741 buon voto al Partito democratico!