Tuesday, 12 November 2019 - 05:45
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

840mila euro da Cariverona per il collegamento informatico tra Ulss di Belluno e Feltre. Ora i medici curanti potranno scambiare i dati nell’archivio pazienti

Gen 24th, 2013 | By | Category: Prima Pagina, Sanità

Realizzato tra le due ULSS provinciali con il contributo della Fondazione Cariverona un progetto di informatizzazione sanitaria per l’immediata consultazione della storia clinica del paziente e lo scambio di informazioni tra i medici curanti.

 

L’efficienza della Sanità moderna si basa sempre più sulla tecnologia informatica che diminuisce la burocrazia traducendosi in un risparmio di tempo e denaro per il cittadino e in una riduzione sostanziale dei costi di gestione della amministrazione.

In questo quadro, le due aziende sanitarie della provincia di Belluno, l’Ulss n. 1 e l’Ulss n. 2, hanno aderito nel 2009 ad un bando della Fondazione Cariverona, presentando un progetto di miglioramento del sistema informativo ospedaliero finalizzato a realizzare un’informatizzazione diffusa in tutte le unità operative delle rispettive aziende con l’obiettivo di seguire il cittadino nel suo percorso sanitario dalle visite ambulatoriali all’eventuale ricovero e in tutta l’attività di assistenza da parte del medico di medicina generale.

 La Fondazione Cariverona ha riconosciuto la valenza del progetto erogando il cospicuo contributo di Euro 840.000,00 ripartito tra le due aziende sanitarie della provincia. Il Progetto di ampio respiro, ha richiesto tre anni di intenso lavoro alle Aziende ed è stato pensato nella logica di rendere più facile e produttivo il rapporto tra il cittadino e la Sanità utilizzando l’informatizzazione per fornire servizi tanto più utili in una Provincia con una notevole complessità territoriale.

La prima innovazione è la possibilità è di scaricare direttamente dal proprio computer i referti di Laboratorio Analisi e del Centro Trasfusionale e a breve anche della Radiologia firmati digitalmente e quindi con pieno valore legale. Tale sistema che consente di scaricare i referti velocemente con pochi semplici passaggi, senza file allo sportello e senza spostamenti e disagi, ha già un buon grado di utilizzo e potrà essere ampiamente diffuso presso le Farmacie, le Case di Riposo, i Comuni e i Centri di Servizio per Anziani.

Con lo stesso Progetto è stato creato il fascicolo sanitario elettronico del paziente nel quale vengono raccolti ed archiviati tutti i documenti clinici digitali prodotti in Ospedale e che possono essere facilmente accessibili da parte dei curanti. Ciò consente ai medici che hanno in cura il paziente, specialisti e Medici di Medicina Generale, di avere sempre a disposizione le informazioni cliniche rilevanti, evitando inutili duplicazioni di esami e rendendo accessibili anche in situazioni di emergenza tutti i dati necessari per un pronto interevento.

Le Direzioni Generali dell’ULSS n. 1 di Belluno e n. 2 di Feltre esprimono un vivo ringraziamento alla Fondazione Cariverona che, ancora una volta, ha sostenuto la realizzazione di un progetto che favorisce il perseguimento di precisi obiettivi regionali e il miglioramento della qualità organizzativa a servizio del cittadino, attraverso l’azione sinergica delle due Aziende Sanitarie.

Si confida che questa filosofia atta a favorire la semplificazione del rapporto con il cittadino, possa produrre in futuro servizi sanitari sempre migliori e accessibili con il durevole sostegno della Fondazione e con il supporto di altri partner.

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. […] Vai alla fonte […]