13.9 C
Belluno
martedì, Agosto 11, 2020
Home Cronaca/Politica Valanga a Casera Razzo, muore un sci alpinista 51enne di Calalzo

Valanga a Casera Razzo, muore un sci alpinista 51enne di Calalzo

Belluno, 20-01-13 soccorso-alpino

Sciano in fuori pista e una valanga li travolge, uccidendo un uomo e ferendone gravemente un altro.

Partiti in quattro per un’escursione con le pelli, 4 amici, tre uomini e una donna, sono risaliti stamane lungo le piste da Casera Razzo e hanno poi deciso di scendere tra gli alberi sotto Sella Ciampigotto. Non appena però due di loro sono entrati in un canalino che dovevano attraversare si è staccata la valanga che li ha travolti. Per Luciano Mazzier 51enne di Calalzo di Cadore (BL), non c’è stato nulla da fare, è morto in seguito ai traumi riportati. L’amico, R.M., 57 anni, di Vigo di Cadore (BL), aiutato subito ad uscire dalla neve dalla coppia rimasta più indietro, ha invece riportato gravi traumi e la frattura di una gamba. Sul posto, a circa 1.700 metri di quota, il Soccorso alpino del Centro Cadore, impegnato non distante con il servizio piste e allertato dall’uomo rimasto illeso, e un’auto medica con a bordo medico rianimatore, tecnico del Soccorso alpino e unità cinofila di turno a Pieve di Cadore, vista l’impossibilità per l’elicottero di decollare a causa delle pessime condizioni di tempo. L’infortunato, portato con un toboga dai soccorritori alla strada, è stato poi condotto all’ospedale di Belluno. Constatato il decesso dello sciatore e ottenuto dalla magistratura il nulla osta per la rimozione, la salma è stata imbarellata e trasportata a valle con il toboga, per essere poi accompagnata alla cella mortuaria.

Presente anche il Soccorso alpino di Pieve di Cadore, vigili del fuoco, Forestale e Finanza. Grandi problemi nella comunicazione, per l’assenza di copertura telefonica nel luogo dell’incidente.

La valanga aveva un fronte di 20-30 metri ed è scesa nel canale per un centinaio di metri.

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Il progetto di Belluno Alpina: alle ex scuole di Ronce la sede per un nuovo consorzio forestale. Dal Farra: “Ora è fondamentale curare il...

“Il territorio ha bisogno di cura e manutenzioni: il bosco avanza, consumando i prati e marcendo in piedi, e i turisti chiedono pulizia. Smettiamo...

Incassati i primi 2,6 milioni per la prima tranche della rigenerazione urbana

Sono arrivati nella giornata di ieri i primi rimborsi da parte dello Stato di quanto anticipato dal Comune di Belluno per i lavori di...

Lettera aperta a Zaia. Perché Montagnoli NO e Valdegamberi SI?

Gentile Presidente Zaia, le scrivo a nome di molti cittadini veneti. Abbiamo letto le sue ferme parole in merito alla scabrosa vicenda dei Consiglieri Regionali del...

Esternalizzazione del Primo soccorso di Auronzo. Coordinamento Bellunese del Veneto che Vogliamo: è questa la sanità che vogliamo?

Il coordinamento provinciale bellunese del "Veneto che Vogliamo - Lorenzoni Presidente" interviene in merito all'esternalizzazione del Primo Soccorso di Auronzo con la nota che...
Share