13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 5, 2020
Home Cronaca/Politica Donne e Giovani quale futuro? La ricetta di Maria Teresa Bighi, candidata...

Donne e Giovani quale futuro? La ricetta di Maria Teresa Bighi, candidata del movimento Fare per Fermare il Declino

Maria Teresa Bighi
Maria Teresa Bighi

«Un tema nazionale che calato nella nostra provincia non può restare trascurato. Le fasce più svantaggiate dell’attuale panorama italiano sono giovani e donne, oramai sempre più sfiduciate sia per il loro presente che per futuro» – afferma Maria Teresa Bighi candidata   alla Camera Veneto2 per Belluno del movimento Fare per Fermare il Declino di Oscar Giannino –. Nella provincia di Belluno – prosegue – da elaborazioni dell’osservatorio del Lavoro, nel terzo trimestre del 2012 il numero di disoccupati si è mostrato in pericolosa crescita, le donne sono 4644 contro 4564 uomini. Quella che sembra una situazione condivisa in realtà nasconde l’evidenza di come questa crisi abbia colpito più il mondo femminile. Il tasso di disoccupazione è al 5,4% per le donne il 3,8% per gli uomini e maggiormente giovani, a settembre 2012 in provincia si è superato il valore di 2.500 unità. Urge pertanto da parte dello Stato finora inesistente e non attento a questa esigenza fondamentale, per ritornare a far crescere l’Italia, di un serio programma di aiuto e nuove opportunità nei confronti di queste categorie. FARE ha questo programma: a parità di lavoro offerto e di reddito realizzato diventa indispensabile diminuire la pressione fiscale e contributiva, aumentandola nel tempo con un duplice obbiettivo: 1) incentivare l’impresa giovanile aiutandola ad affrontare meglio la crisi con un balzello fiscale inferiore; 2) dare lavoro a giovani e donne ridando loro fiducia e reddito, per una corretta integrazione sociale ed economica che consenta anche di creare una famiglia.

Uno dei nostri dieci punti, dice esattamente: “Non esiste una singola misura in grado di farci raggiungere questo obiettivo; occorre agire per eliminare il dualismo occupazionale, scoraggiare la discriminazione di età e sesso nel mondo del lavoro, offrire strumenti di assicurazione contro la disoccupazione, facilitare la creazione di nuove imprese, permettere effettiva mobilità meritocratica in ogni settore dell’economia e della società e, finalmente, rifondare il sistema educativo”.

Ora è giunto davvero il tempo di Fare concretamente e condividere assieme ogni soluzione che ci consenta di far tornare a “crescere” il Nostro Paese in un futuro migliore.

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Estate in villa. Venerdì e sabato apre Villa Buzzati 

Il quinto fine settimana della rassegna "Estate in villa" si svolgerà a Villa Buzzati, alle porte di Belluno. Proprio qui, nella casa natale di...

I borghi più belli d’Italia. Lunedì 10 agosto a Mel la passeggiata tra i palazzi del centro con cicchetti

E' in arrivo un nuovo format dei borghi più belli d'Italia. Il Borgo dei desideri è un evento in cui i borghi diventano “luoghi...

Si cerca Primo De Bortoli, 56enne di Pedavena che non è più rientrato da un’escursione

Pedavena (BL), 04 - 08 - 20  Si concentreranno domani nella zona di Pian d'Avena, Col Melon, le ricerche di Primo De Bortoli, il...

Sicurezza, protezione civile, pubbliche manifestazioni. Riunione in Prefettura. Decisa la nuova sede operativa della protezione civile nella nuova caserma dei vigili del fuoco

Si sono tenute oggi, al Palazzo del Governo, presiedute dal prefetto Adriana Cogode, due riunioni sui temi legati alla sicurezza e, in particolare, sulla realizzazione...
Share