Tuesday, 10 December 2019 - 14:49
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Sanità: sospensione prestazioni extra-lea Reolon: “Abbiamo costretto la giunta alla retromarcia. Ma rischi ed ombre rimangono”

Gen 17th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sanità
Sergio Reolon

Sergio Reolon

“Abbiamo costretto la Giunta alla retromarcia e dunque non ci sarà la sospensione delle prestazioni extra-Lea, ossia quelle aggiuntive ai livelli essenziali di assistenza, come Zaia e i suoi volevano imporre. Ma la battaglia non è ancora finita”.

Questo il primo commento del consigliere regionale del Pd Sergio Reolon, componente della commissione sociosanitaria dove oggi è stata decisa la sospensione del provvedimento che, nelle intenzioni del governo veneto, doveva avere validità per i primi due trimestri del 2013.

“Uno stop in attesa della valutazione di una commissione tecnica che esaminerà la rimodulazione di alcuni di questi servizi entro il prossimo 31 marzo. Se questo è sicuramente per noi un risultato significativo, è bene però tenere alta l’attenzione sulla vicenda. Da un lato perché non si sa ancora da chi sarà composta la commissione tecnica e quali criteri di valutazione adotterà. Contemporaneamente preoccupa il fatto che ogni decisione verrà rinviata dopo le elezioni politiche, segno che il centrodestra non vuole esporsi con scelte impopolari nel corso della campagna elettorale”.

“Da parte nostra ribadiamo comunque un paio di punti irrinunciabili: non accetteremo che vi sia alcuna compartecipazione delle famiglie alla spesa per l’inserimento dei disabili nei centri diurni. Contemporaneamente – conclude Reolon – chiediamo un deciso aumento di strumenti e risorse sul fronte dei servizi domiciliari, per quanto riguarda gli assegni di cura e soprattutto i progetti di vita indipendente”.

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. La montagna sempre all’ultimo posto…

  2. Bravi…bella campagna elettorale utile a tutti. Comunque bastera’ avere un po’ di pazienza, dal 25 di febbraio in poi i tagli torneranno sicuramente a farsi sentire…