Monday, 9 December 2019 - 10:16
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

24h Sky Alp: è l'”ironman” Cristian Insam a inaugurare l’albo d’oro

Gen 14th, 2013 | By | Category: Prima Pagina, Sport, tempo libero

A San Vito di Cadore il gardenese percorre 157 chilometri e 14 mila metri di dislivello. Sul podio anche Gunther Fischnaller e Fabrizio Puntel. Al femminile vince Roberta Peron. A squadre i più bravi sono Cortina Rosa Team e Corps Forestier de la Vallée d’Aoste.

 San Vito di Cadore (Belluno), 12 gennaio 2013 – E’ Cristian Insam, di Santa Cristina di Val Gardena, a inaugurare l’albo d’oro della 24H San Vito Endurance Race, la novità italiana dell’inverno 2012-2013 per quanto riguarda lo sci alpinismo, vale a dire la prima manifestazione nazionale, una delle prime in Europa, che prevede una gara non stop nell’arco delle 24 ore. Classe 1976, tra le 17 di ieri e le 17 di oggi il gardenese ha compiuto 33 giri del percorso ricavato nella zona degli impianti della ski area di San Vito di Cadore (Belluno), mettendo insieme 157 chilometri e oltre 14 mila metri di dislivello. Una vera e propria impresa per Cristian che ha preceduto, nell’ordine, Gunther Fischnaller e Fabrizio Puntel. Il segreto di Insam? Lo spiega lui stesso: «Una preparazione curata nei minimi dettagli innanzitutto, ma anche la capacità di distribuire lo sforzo e alimentarsi e idratarsi con regolarità. E un’ultima cosa: non riposare mai. Nell’arco delle 24 ore mi sono fermato per appena 20 minuti». A livello femminile il successo è andato a Roberta Peron, 14. assoluta, che ha compiuto 21 giri per oltre 100 km, precedendo Yolanda Clant e Monica Cherubin.

 Le graduatorie a squadra premiano il Cortina Rosa Team (28 giri per 181,564 km per Linda Menardi, Serena Menardi, Francesca Scribani e Marianne Moretti) e il Corps Forestier de la Vallée d’Aoste (45 giri per 215,010 km per Giancarlo Annovazzi, Mauro Stevenin, Paolo Viglino e Alessandro Pusceddu).

I giri più veloci sono stati “firmati” da Stefania Zandonella e Adriano Colle.

 «La prima edizione della 24 ore va in archivio con il segno più – spiega Giordano Fregonese, dell’organizzazione -. Sono stati un’ottantina i coraggiosi che hanno accettato la sfida, arrivando da Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana e Marche. Tutti hanno compiuto una grande impresa, sfidando dislivello, buio, freddo e fatica. Grazie davvero agli atleti e grazie anche a tutti coloro che hanno contribuito, a vario titolo, alla realizzazione di questo evento. C’è qualche dettaglio da sistemare ma siamo ampiamenti soddisfatti: la soddisfazione più grande è stata l’apprezzamento degli atleti. L’appuntamento è per il gennaio del 2014 con la seconda edizione».

 Le classifiche.

 Individuale femminile: 1. Roberta Peron 21 giri per 100,338 km; 2. Yolanda Clant 19 giri per 90,782 km; 3. Monica Cherubin 5 giri per 23,890 km.

Individuale maschile: 1. Cristian Insam 33 giri per 157,674 km; 2. Gunther Fischnaller 31 giri per 148,118 km; 3. Fabrizio Puntel 29 giri per 138,562 km.

Squadre donne: 1. Cortina Rosa Team 28 giri per 181,564 km; 2. Gazzelle 26 giri per 124,228 km.

Squadre uomini: 1. Corps Forestier de la Vallée d’Aoste (Giancarlo Annovazzi, Mauro Stevenin, Paolo Viglino e Alessandro Pusceddu) 45 giri per 215,010 km; 2. I Mandarini 44 giri per 210,232 km; 3. Zapote 36 giri per 172,008 km.

Miglior giro femminile: Stefania Zandonella (Birreria Bauce) 30’30”

Miglior giro maschile: 1. Adriano Colle (I Mandarini) 28’16”.

Per le graduatorie complete: www.tds-live.com.

Per approfondimenti: www.skialp24.com.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Ci sono stati degli errori nelle causati dalla frettolosità e superficialità dei cronometristi. Gli organizzatori hanno provveduto a divulgare nuovamente i risultati corretti. Il giro più veloce femminile è di Serena Menardi con 32’51” e il Cortina Rosa team ha percorso 38 giri (non 28!!!!).