13.9 C
Belluno
martedì, Agosto 11, 2020
Home Prima Pagina 24h Sky Alp: è l'"ironman" Cristian Insam a inaugurare l'albo d'oro

24h Sky Alp: è l'”ironman” Cristian Insam a inaugurare l’albo d’oro

A San Vito di Cadore il gardenese percorre 157 chilometri e 14 mila metri di dislivello. Sul podio anche Gunther Fischnaller e Fabrizio Puntel. Al femminile vince Roberta Peron. A squadre i più bravi sono Cortina Rosa Team e Corps Forestier de la Vallée d’Aoste.

 San Vito di Cadore (Belluno), 12 gennaio 2013 – E’ Cristian Insam, di Santa Cristina di Val Gardena, a inaugurare l’albo d’oro della 24H San Vito Endurance Race, la novità italiana dell’inverno 2012-2013 per quanto riguarda lo sci alpinismo, vale a dire la prima manifestazione nazionale, una delle prime in Europa, che prevede una gara non stop nell’arco delle 24 ore. Classe 1976, tra le 17 di ieri e le 17 di oggi il gardenese ha compiuto 33 giri del percorso ricavato nella zona degli impianti della ski area di San Vito di Cadore (Belluno), mettendo insieme 157 chilometri e oltre 14 mila metri di dislivello. Una vera e propria impresa per Cristian che ha preceduto, nell’ordine, Gunther Fischnaller e Fabrizio Puntel. Il segreto di Insam? Lo spiega lui stesso: «Una preparazione curata nei minimi dettagli innanzitutto, ma anche la capacità di distribuire lo sforzo e alimentarsi e idratarsi con regolarità. E un’ultima cosa: non riposare mai. Nell’arco delle 24 ore mi sono fermato per appena 20 minuti». A livello femminile il successo è andato a Roberta Peron, 14. assoluta, che ha compiuto 21 giri per oltre 100 km, precedendo Yolanda Clant e Monica Cherubin.

 Le graduatorie a squadra premiano il Cortina Rosa Team (28 giri per 181,564 km per Linda Menardi, Serena Menardi, Francesca Scribani e Marianne Moretti) e il Corps Forestier de la Vallée d’Aoste (45 giri per 215,010 km per Giancarlo Annovazzi, Mauro Stevenin, Paolo Viglino e Alessandro Pusceddu).

I giri più veloci sono stati “firmati” da Stefania Zandonella e Adriano Colle.

 «La prima edizione della 24 ore va in archivio con il segno più – spiega Giordano Fregonese, dell’organizzazione -. Sono stati un’ottantina i coraggiosi che hanno accettato la sfida, arrivando da Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana e Marche. Tutti hanno compiuto una grande impresa, sfidando dislivello, buio, freddo e fatica. Grazie davvero agli atleti e grazie anche a tutti coloro che hanno contribuito, a vario titolo, alla realizzazione di questo evento. C’è qualche dettaglio da sistemare ma siamo ampiamenti soddisfatti: la soddisfazione più grande è stata l’apprezzamento degli atleti. L’appuntamento è per il gennaio del 2014 con la seconda edizione».

 Le classifiche.

 Individuale femminile: 1. Roberta Peron 21 giri per 100,338 km; 2. Yolanda Clant 19 giri per 90,782 km; 3. Monica Cherubin 5 giri per 23,890 km.

Individuale maschile: 1. Cristian Insam 33 giri per 157,674 km; 2. Gunther Fischnaller 31 giri per 148,118 km; 3. Fabrizio Puntel 29 giri per 138,562 km.

Squadre donne: 1. Cortina Rosa Team 28 giri per 181,564 km; 2. Gazzelle 26 giri per 124,228 km.

Squadre uomini: 1. Corps Forestier de la Vallée d’Aoste (Giancarlo Annovazzi, Mauro Stevenin, Paolo Viglino e Alessandro Pusceddu) 45 giri per 215,010 km; 2. I Mandarini 44 giri per 210,232 km; 3. Zapote 36 giri per 172,008 km.

Miglior giro femminile: Stefania Zandonella (Birreria Bauce) 30’30”

Miglior giro maschile: 1. Adriano Colle (I Mandarini) 28’16”.

Per le graduatorie complete: www.tds-live.com.

Per approfondimenti: www.skialp24.com.

Share
- Advertisment -



Popolari

Il progetto di Belluno Alpina: alle ex scuole di Ronce la sede per un nuovo consorzio forestale. Dal Farra: “Ora è fondamentale curare il...

“Il territorio ha bisogno di cura e manutenzioni: il bosco avanza, consumando i prati e marcendo in piedi, e i turisti chiedono pulizia. Smettiamo...

Incassati i primi 2,6 milioni per la prima tranche della rigenerazione urbana

Sono arrivati nella giornata di ieri i primi rimborsi da parte dello Stato di quanto anticipato dal Comune di Belluno per i lavori di...

Lettera aperta a Zaia. Perché Montagnoli NO e Valdegamberi SI?

Gentile Presidente Zaia, le scrivo a nome di molti cittadini veneti. Abbiamo letto le sue ferme parole in merito alla scabrosa vicenda dei Consiglieri Regionali del...

Esternalizzazione del Primo soccorso di Auronzo. Coordinamento Bellunese del Veneto che Vogliamo: è questa la sanità che vogliamo?

Il coordinamento provinciale bellunese del "Veneto che Vogliamo - Lorenzoni Presidente" interviene in merito all'esternalizzazione del Primo Soccorso di Auronzo con la nota che...
Share