Saturday, 7 December 2019 - 22:15
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Candidati scelti dalla base e non paracadutati o blindati in listini, fedina penale pulita e niente deroghe ai due mandati. Ecco il cocktail vincente di 5 Stelle. Federico D’Incà : “Aboliremo i finanziamenti pubblici ai partiti e restituiremo 100 milioni agli italiani”

Gen 13th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Federico D'Incà

Federico D’Incà

Federico D’Incà, 36 anni, di Trichiana, una laurea in economia e commercio, è il candidato n.3 della lista Movimento 5 Stelle per la circoscrizione elettorale Veneto 2 della Camera dei deputati. E dunque la sua elezione a deputato è data per certa, considerato che il Movimento fondato da Beppe Grillo è stimato al 15 – 20% di consensi. Lo abbiamo incontrato per saperne di più sul Movimento 5 Stelle, che sta per scardinare la vecchia politica e la “repubblica delle mutande” propinataci in vent’anni di berlusconismo.

“Vogliamo che gli italiani delusi dalla politica ritornino a votare – afferma D’Incà – per sostenere l’unico movimento nato dal basso, con il 55% di donne diventate capolista. I nostri candidati sono stati scelti con il voto espresso attraverso gli 800 MeetUp, gruppi  dove è possibile iscriversi liberamente”.

Come sono stati scelti i candidati di 5 Stelle?

“Il primo requisito è quello dell’onestà. Ovvero della fedina penale pulita certificata dal Tribunale. Erano candidabili coloro che erano già stati candidati in precedenti elezioni nelle liste del Movimento 5 Stelle. Hanno votato per le liste 20.252 persone su 31.612 aventi diritto iscritti al M5S entro il 30/9/2012 con i documenti di identità digitalizzati. I voti potenziali, tre preferenze per votante, erano 94.836 e i voti espressi per le liste 57.272. Il numero degli iscritti complessivi al M5S è ad oggi di 255.339.  Le liste sono state quindi ordinate in base ai voti ottenuti”.

Nessun nominato dalle segreterie di partito, quindi, e niente condannati sotto i due anni di pena o deroghe varie per chi ha già fatto più di due mandati.

“Esatto. Ma c’è di più. Abbiamo stimato che se il Movimento 5 Stelle otterrà un 20% di consensi, i nostri parlamentari restituiranno ai cittadini 100 milioni di euro. Non sono promesse elettorali, in Sicilia i nostri 15 consiglieri regionali hanno già restituito il 70% dello stipendio che andrà ad alimentare un fondo per il microcredito per piccole e medie imprese, favorendo l’occupazione di giovani”.

Quale sarà il suo stipendio da deputato?

“In base al codice di comportamento per i parlamentari del Movimento, se sarò eletto lo stipendio sarà di circa 2.500 euro al mese netti (5.000 lordi) + rimborso spese viaggi, vitto e alloggio.”

Quali sono i punti principali e le proposte del Movimento 5 Stelle?

“Sicuramente il reddito di cittadinanza. Ossia un reddito minimo vitale, pagato a tutti per una somma sufficiente a esistere e a partecipare alla vita della società.

– Il politometro, uno strumento che potrebbe essere applicatio dalla prossima legislatura che misuri la differenza tra ricchezza posseduta dai politici e dai funzionari pubblici dall’atto della loro nomina nell’arco degli ultimi vent’anni. Non è difficile realizzare un’applicazione che faccia la differenza tra patrimonio attuale, patrimonio iniziale + il reddito ufficialmente percepito nell’arco del mandato. Se il risultato sarà superiore a 0, escludendo partite straordinarie come eredità o vincite, la differenza dovrà essere restituita alle casse dello Stato con l’aggravio fiscale del 60%.

– L’abolizione dei contributi pubblici ai partiti. I dati del 2006 sono impressionanti. Forza Italia: ricevuti 128.787.333 spesi 80.665.450. Ulivo: ricevuti 80.665.450 spesi 7.366.192. AN: ricevuti 65.526.280 spesi 6.234.198. DS: ricevuti 46.906.413 spesi 9.943.577. Rifondazione Comunista:ricevuti 34.931.896 spesi 1.635.989. UDC: ricevuti 36.590.227 spesi 12.390.160. Margherita: ricevuti 30.769.978 spesi 10.441.231. Lega Nord: ricevuti 22.455.560 spesi 5.132.473. IDV: ricevuti 10.726.060 spesi 2.223.522. Per un totale di circa 480.000.000 spesi 140.000.000. Utile circa 340.000.000. Insomma, i partiti sono l’unica vera azienda in Italia sempre in attivo!!!

– I 2 mandati elettivi e il ripristino dei fondi tagliati alla sanità con tagli alla grande opere inutili come la Tav sono punti fondamentali del nostro programma e non credo servano ulteriori spiegazioni per far capire l’importanza del ricambio in politica e dell’utilizzo dei fondi per il bene della nostra saluta e dell’istruzione dei nostri figli.

– misure immediate per il rilancio della piccola e media impresa sul modello francese. Mentre in Italia lo sport preferito delle banche è comprare i nostri titoli pubblici e di negare prestiti alle imprese, affossando così ogni speranza di sviluppo, in Francia si fa esattamente il contrario. Il ministro delle Finanze, Pierre Moscovici, ha annunciato la creazione di una Banca di investimenti pubblici per finanziare le piccole e medie imprese. Lo stesso presidente francese Hollande ne sarà presidente non esecutivo. Hollande in campagna elettorale aveva affermato che il mondo della finanza era il vero avversario da battere e che la finanza doveva essere messa al servizio dell’economia reale. La nuova banca potrà erogare 20 miliardi di euro alle imprese con la possibilità di altri 12 miliardi di crediti garantiti e 10 miliardi per investimenti in equity. Vive la France!” (rdn)

 

Share

13 comments
Leave a comment »

  1. Tutte belle cose, peccato che non le si voglia rendere realizzabili condannandosi a restare una minoranza perché incapaci di allearsi con le forze più vicine.
    Se fosse davvero un 20% (ma mi sembra una previsione molto allegra 🙂 ) sarebbero molti voti sprecati perché i parlamentari M5S sarebbero sovrastati e schiacciati da altre forze che, coalizzandosi, saprebbero trovare una maggioranza per costituire un governo.
    Voglio vedere cosa riusciranno fare i parlamentari cinquestellati relegati nei banchi dell’opposizione…
    Ecco perché non bisogna essere solo capaci di criticare e lanciare proposte, si deve saper far politica per rendere concrete le idee.
    Non a caso il richiamo finale al governo francese ed al presidente Hollande è il progetto economico del PSF i socialisti francesi che SONO UN PARTITO e che non per questo non meritano rispetto, anzi!
    Dunque basta qualunquismi e sotto a lavorare per il bene dell’Italia chiedendo e dando aiuto a chi ci sta per rilanciare il nosto paese.
    5 Stelle, uscite dal sogno!

  2. ANTONIO ENDRIZZI (già FORZA ITALIA e PDL) si è candidato col M5S! Nella scorsa primavera figurava nella lista dei candidati consiglieri della lista” Patto per Como di Francesco Peronese di area Pdl”!

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/10/endrizzi-lex-berlusconiano-capolista-del-movimento-5-stelle/465970/

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/09/5stelle-a-como-candidato-ex-forza-italia-e-amici-del-pdl-raccolgono-firme/465461/

  3. Cito D’Incà: “se sarò eletto lo stipendio sarà di circa 2.500 euro al mese netti (5.000 lordi) + rimborso spese viaggi, vitto e alloggio”. Non mi pare affatto poco visto che riceverà un non specificato “rimborso spese viaggi, vitto e alloggio”! Perché non rinuncia al rimborso spese viaggi, vitto e alloggio e si fa bastare i 5.000€ lordi al mese?

  4. […] Vai alla fonte […]

  5. Leggendo le considerazioni di Lino si capisce perchè l Italia è presa cosi……….. non ci sono altri commenti da aggiungere 🙂

  6. Certo che quelli del M5S hanno veramente poco rispetto per chi non la pensa come loro! Chi si credono di essere?

  7. Sempre pronti a dare la colpa dei mali dell’Italia a chi ha qualcosa da ridire sul M5S! Poco conta se sono nato diversi decenni dopo chi mi contesta! Poco conta se sono nato anni dopo Federico D’Incà!

  8. Ciao Federico,

    Cosa pensi di Giovanni Piccoli, e di Paniz?
    e della gestione di Bim-Gsp?

  9. Ciao Lino
    Innanzitutto sono molto felice che tu sia più giovane della mia persone e ti invito fin d’ora domenica 20 gennaio a Pieve d’Alpago sala P. Fabbris via Roma 56 (sotto Farmacia) per l’inizio del Tsunami Tour del M5S nel territorio bellunese con serate di presentazione del M5S alla cittadinanza, in modo da poterti dare tutte le info sul M5S, dai suoi inizi alla modalità di gestione dello stesso e ai nostri prossimi obbiettivi e programma . Spero di poterti vedere in sala in modo che tu possa fare tutte le domande del caso e le critiche che ritieni opportuno.
    Ciao Paolo
    Il potere logora chi non lo ce là ma, aggiungerei anche, chi lo detiene per troppo tempo. Il giusto direi che sono i 2 mandati elettorali per qualsiasi carica, quindi credo di averti risposto sia per Piccoli che per Paniz. Inoltre direi che da bellunese mi sento offeso dal punto di vista morale da parte dell’onorevole Paniz per il suo discorso alla camera sull’argomento Ruby, che poi credo sarà il motivo per cui troveremo il Sig. Paniz candidato non nel Veneto ( sempre che venga candidato).
    Per quanto riguarda i servizi legati al BIM , ho sempre trovato inspiegabile uno spezzettamento del servizio iniziale in tanti parti GSP, infrastrutture ecc. Nel caso specifico del GSP le colpe sono molte e di numerosi soggetti, come abbiamo sempre detto nelle analisi del M5S sull’argomento . Per quanto riguarda gli ultimi avvenimenti, in qualsiasi azienda privata l’allontanamento dei dirigenti in situazioni simili sarebbe stata fin da subito atto dovuto da parte del Cda su diretta richiesta dei soci ( in questo caso i sindaci). La stessa cosa che i cittadini italiani ( soci con pari diritto di voto) dovrebbero chiedere nei confronti dell’attuale classe politica, in quanto è palese che la situazione di fallimento del nostro Paese ( 2000 mld di euro di debito pubblico) segue una pessima amministrazione della Destra , Sinistra , Centro ecc (SEMPRE GLI STESSI).
    Ritornando sul caso Gsp il secondo passo consigliato è il passaggio da SPA a Azienda pubblica consortile , dove l’interesse si sposti dagli utili, alla qualità dei servizi nei confronti dei cittadini.
    Buona giornata a tutti
    Federico D’Incà

  10. Ciao Federico,

    Grazie per la tua risposta,

    Anche se non hai risposto per quanto riguardava Piccoli, che si e’ candidato alla camera con il PDL, ma e’ stato anche per anni dipendente come direttore tecnico al GSP.
    Qui purtroppo non hai risposto, non credi che come il M5S critichi giustamente la classe politica Italiana, il signor Piccoli ne sia la copia anche se prodotta a Belluno? e non meriti tale trattamento?

    Paolo

  11. Ciao Paolo
    io non voterò il signor Piccoli, sindaco di Sedico , presidente del BIM e ex in Provincia di Belluno nel caso si presentasse alle elezioni politiche del 2013. Mi chiedo addirittura come possano sia lui e i pidiellini che i leghisti a presentarsi insieme alle politiche dopo tutto quello che è successo con il commissariamento delle Provincia.
    Tutto questo rappresenta il passato e un idea della politica dedicata agli accordi dall’alto in virtù delle spartizioni nelle eventuali vittorie elettorali. E’ vero che Belluno rappresenta una piccola Italia , per questo invito tutte le persone che leggeranno questo post ( forse io e te paolo e nessun altro) a votare Movimento 5 Stelle. Forse non avremo esperienza, anche se impariamo molto in fretta, ma di sicuro siamo l’unica alternativa a tutto quello che c’è adesso. Con umiltà e tanta voglia di rinnovare desideriamo con tutte le nostre forze che il nostro Paese abbia un futuro. Non possono rubarcelo, io non posso fermarmi con i tanti ragazzi che si avvicinano per cercare solo di dare speranza. Un Paese deve dare speranza , la sua classe dirigente nel momento in cui toglie la speranza , più ancora che il denaro, se ne deve andare perchè ha fallito.
    Scusami lo sfogo. Non è nemmeno facile fare di tutta un erba un fascio e molti saranno arrivati ad un compresso anche solo per sopravvivere in questa giungla, ma l’epoca dei compromessi è finita. Io non mi fermo a dire che il M5S in Italia sarà la terza o quarta forza politica , avrà il 100 % dei consensi per poi terminare la sua esistenza una volta che avremo cambiato radicalmente questo paese . In tutto questo i 2 mandati sono necessari e sono l’esempio perchè la politica è servizio civile e il potere logora e ristagna nelle mani dei potenti.
    Mi fermo qui , spero di aver risposto.
    Chiudo solo con quello che mi stupisce nel M5S: tutti la pensiamo in questo modo.

    Buona serata

    Federico D’Incà

  12. Ciao Federico,

    Non cercar di svincolarti dalle domande, coem da bravo politicante.

    Mi pare che non hai risposto alla mia domanda; cosa pensi politicamente del Signor Piccoli e del lavoro fatto fino adesso per la nostra provincia sia come amministratore che come dipendente Bim-Gsp e s esia stata giusta la sua rimozione dall’incarico di direttore.

    Ciao

    Paolo

  13. Ahh, non scusarti di niente!