Saturday, 7 December 2019 - 14:43
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Uscita dal Pd di Perale. Erika Dal Farra (Giovani Democratici): “Stop alle vecchie logiche di partito”

Gen 11th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dal farra_Erika“Le primarie sono un grande strumento di partecipazione, a volte premiano i più simpatici e i più conosciuti ma non è detto che il più simpatico sia anche il meno competente, anzi. Roger De Menech ne è l’esempio concreto un mix di competenza e simpatia per non parlare della sua rappresentatività, testimonianza del suo forte legame con il territorio ed ha vinto per queste caratteristiche nessuna esclusa.

Lo afferma in una nota stampa Erika Dal Farra (nella foto), segretaria dei Giovani democratici di Belluno.

“Bluff delle primarie? Non credo proprio, credo piuttosto in un risultato inaspettato che ha spiazzato gran parte del partito. Ha spiazzato i vertici, coloro che da anni siedono nelle prime fila, coloro che adesso devono rapportarsi con delle personalità forti all’interno del partito che in primis pensano al bene del partito democratico, che non importa chi vince o chi perde o che sedia ti sei guadagnato l’importante è che il primo vincitore sia il partito e con lui il bene della collettività. Rimango di stucco all’uscita di Marco Perale ma in parte condivido quanto detto sul regolamento delle primarie ma dico anche che non mi sembra una novità. Quando noi giovani e in parte credo anche d’interpretare il pensiero di tanti ‘fuorisciti’ parliamo di ‘partito vecchio’ ci riferiamo proprio a queste logiche di partito, a queste vie preferenziali che premiano gli uni piuttosto che gli altri e vi sono ma non solo all’interno del partito democratico ed è proprio questo che va cambiato e che vogliamo cambiare. Stracciando la tessera il problema non lo risolvi, lo argini e se anche all’interno del pd bellunese queste logiche vanno cambiate, lo si fa rimanendo all’interno del partito se il bene del partito è ancora la tua priorità”.

 

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. E ancora una volta, grazie alla totale incompetenza dei vertici, il PD si farà fare le scarpe dal Berlusca. Votate M5S! Non buttate via il voto con questo partito alla frutta e senza idee!

  2. Io credo invece che tutti i partiti, da sinistra a destra, siano a corto di idee. Come sempre stiamo assistendo alla giostra degli specchieti per le allodole. Monti con la Vezzali, Berlusca con la Di Centa, altri con la Minetti. Tutti fuori e tutti dentro. La realtà è che sono tutti li per la carega e, sia De Menech, Sia Perale, Sia Dal Farra con la Serracchiani, sia Vaccari o Gidoni con la lega, vanno a Roma pronti a fare ciò che ordina il partito. Per niente il via libera lo ha dato la sede centrale di Roma. Siamo proprio un paese di merda.

  3. Caro Mirco,
    Vorrei capire che careghe si aspetta la signorina Dal Farra.
    Per puntualizzare, le dico che tutto quello che facciamo come giovani democratici(dei quali la Dal Farra è segretaria comunale) viene fatto assolutamente a titolo gratuito e volontario. Le ricordo che ogni giovane ha offerto il suo tempo, l’ultima settimana di dicembre, per inserire 7000 nomi nel database online dei votanti alle primarie, ed è stato, il 30 Dicembre, 12 ore al seggio per permettere le votazioni. Sono altresì consapevole, che se la gente smettesse di fare inutili polemiche come queste e si rimboccasse le maniche per cambiare le cose, forse qualche risultato lo potremmo vedere da qui in avanti; ma tutti sappiamo com’è l’italiano medio. Da aria alla bocca e poi si lamenta del risultato. Quindi permetta che abbia l’animo un po’ agitato, sentendo che si crede che puntiamo alle “careghe”…
    Distinti saluti
    Da Rold Alessandro

  4. molti a cui sono vicino non votano il pd perche troppo di centro.probabilmente il pd pian piano sta arrivando ad una propria dimensione e non solo la somma di ex qualcosa.chi non sta al passo con i tempi inevitabilmente è a disagio.Questo sarà inevitabile ed i giovani bellunesi e feltrini dovranno lavorare perchè questo avvenga,dovranno prendere in mano il pd e condurlo verso le nuove sfide,ne hanno le capacita e la volontà.