Thursday, 21 June 2018 - 06:10

A “scuola” di amministrazione. A Calalzo incontri di partecipazione politica, per giovani (e non) desiderosi di impegnarsi attivamente per il territorio

Dic 12th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Luca De Carlo

Luca De Carlo

Un progetto di partecipazione attiva che toccherà tutti i temi della vita amministrativa di un municipio, dal bilancio alla comunicazione, dalla realtà associativa alla redazione delle delibere e degli atti. “Finalmente quanto ho più volte richiesto alla Magnifica e ad altri Enti, può diventare realtà nel mio Comune – spiega Luca De Carlo, sindaco di Calalzo -. Lo attueremo con fondi nostri, circa 1000 euro, ma apriremo questo progetto a tutti i giovani e meno giovani che vorranno imparare prima di impegnarsi nell’amministrazione del territorio. Credo oggi che la conoscenza della macchina municipale sia indispensabile per non affrontare il proprio servizio con qualunquismo e pressappochismo. Sono queste, a parer mio, le principali carenze: l’impegno e la volontà non bastano, serve formazione concreta e non teorica su ciò che comporta la vita amministrativa. Per me questo percorso a Calalzo è un sogno che si realizza a vantaggio di chi, in un prossimo futuro, ci succederà alla guida del Comune”.

Il progetto prevede una serie di incontri dialogati, “non lezioni scolastiche – specifica De Carlo – ma un approfondimento pratico di alcune tematiche, perché siano da subito comprese grazie anche a chi le ha precedentemente vissute e affrontate”. In calendario, quindi, un primo incontro sul funzionamento del Municipio tenuto da un Segretario comunale, “per evitare che si straparli di amministrazione senza conoscerla”. A seguire, uno sul Bilancio dell’Ente con la Responsabile Finanziaria del Comune, “incentrato su come, quanto e cosa si può spendere, i vincoli statali, i rendiconti, le tempistiche, le opportunità di contributo”. Un terzo incontro riguarderà la comunicazione, “perché, come diciamo sempre, un atto non è completo finché non è comunicato a chi ne è destinatario, cioè il cittadino. Questo non è certo a favore del sindaco o della Giunta, ma dell’utente che può sfruttare alcune opportunità proprio perché ne viene messo a conoscenza”. Infine, si svolgeranno dialoghi con amministratori di diversi livelli, e con la realtà associativa di centri sociali di destra e di sinistra che interagiscono con i Comuni.

“Tutto questo non è destinato solo ai nostri giovani, ma a tutti gli interessati. Pertanto daremo congrua diffusione del calendario di incontri – spiega ancora il sindaco -. Puntiamo a offrire una prima ‘infarinata’ di ordine pratico per raccogliere dubbi, domande, suggerimenti; per scendere noi amministratori in piazza a offrire esperienze e competenze, interagendo per migliorare quegli aspetti finora più confusi. Non importa se dal percorso non scaturiranno nuovi amministratori: l’importante è creare nei cittadini una diversa consapevolezza sulla vera politica, non quella di cui si discute nei vari forum on-line o nei social network, ma quella migliore dell’impegno concreto per il paese”.

Share

Comments are closed.