Monday, 22 January 2018 - 02:16

Gondole che passione, da Belluno a Venezia ad intagliare e dorare. Marzio De Min al Lions Club Host

Dic 1st, 2012 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Il bellunese dott. Marzio De Min ha certamente scelto un lavoro inusuale: l’intagliatore di gondole. Organizzato dal Lions Club Belluno Host, si è svolto un incontro nel corso del quale l’artista De Min ha svelato i segreti del lavoro degli antichi artigiani veneziani: degli intagliatori, dei battioro e dei doratori.

Chi visita Venezia rimane certamente colpito dalle architetture, dai dipinti e dai paesaggi sospesi sull’acqua, ma anche dalla ricchezza dei soffitti e degli arredi di chiese e palazzi, dalle superfici lavorate delle gondole e dallo splendore degli altari. In tutti questi manufatti sono protagonisti due materiali: il legno e l’oro.

Il Presidente del Lions Club Belluno Host Andrea Rova ha ricordato che la lavorazione di questi materiali richiede competenza, abilità e passione, qualità queste che Marzio De Min trasferisce con competenza su vari oggetti e opere, ma soprattutto sulle gondole.

Sollecitato da varie richieste di precisazioni e curiosità, De Min si è soffermato sull’antica tradizione dell’intaglio, di cui è maestro, ricordando che la prima fase del lavoro si basa sul disegno del soggetto che s’intende eseguire che è tracciato su carta da lucido. Segue poi la riproduzione di questo sul legno, come ad esempio sulla portella di una gondola, passando poi all’intaglio con la sgrossatura che definisce le sagome in primo piano e per dare profondità alle figure, l’intagliatore raffina il suo lavoro modellando le “gole”, cioè i solchi interni così da ottenere una tridimensionalità dell’opera, ricavandone dopo ricci, foglie, etc. Il lavoro è poi rifinito solitamente con una trama di puntini con il bulino. La scelta del legno per le gondole, solitamente di cirmolo o di noce, è determinata dallo “squerariòl” in base alle scelte effettuate per la struttura dell’imbarcazione che sono diverse per ogni tipo di gondola.

De Min ha poi illustrato le tecniche della stesura della foglia d’oro o della doratura che abbisognano di perizia, esperienza e abilità.

Il Presidente del Lions Club Belluno Host Andrea Rova ha augurato al maestro intagliatore De Min di continuare sempre con l’attuale entusiasmo e passione nell’antica e nobile arte dell’intagliatore di gondole.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.