Sunday, 15 December 2019 - 04:26
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

IMU: scadenza saldo 17 dicembre; scadenza dichiarazione 4 febbraio. Sul sito del Comune di Belluno il calcolo on line. L’Ufficio Tributi riceve solo su appuntamento. IMU al 9 per mille per gli immobili ad uso gratuito. Si potrà pagare anche con bollettino postale

Nov 30th, 2012 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

Nell’approssimarsi della scadenza per il saldo dell’IMU 2012, il Comune ricorda che l’Ufficio Tributi è a disposizione dei cittadini solo su appuntamento, si consiglia quindi di programmare per tempo le prenotazioni in modo da non restare esclusi.

Si ricorda anche che è on line sul sito del Comune di Belluno www.comune.belluno.it il modulo per calcolare il saldo dell’IMU 2012.

Dalla pagina dedicata è possibile accedere alle varie funzioni di calcolo, al modello F24 editabile e al ravvedimento. Vi sono inoltre utili istruzioni generali.

Per ogni immobile basterà inserire la rendita catastale, la percentuale ed i mesi di possesso, eventuali detrazioni per figli e i contitolari conviventi e inserire quanto versato in sede di acconto.

Al termine del calcolo è possibile stampare il prospetto e conservarlo in formato cartaceo o pdf.

Per regolarizzare l’omesso versamento dell’acconto si potrà calcolare il ravvedimento e stampare il relativo modello F24 per il pagamento; quindi procedere al calcolo del saldo, inserendo il versamento effettuato in acconto (senza zeri o virgole) al netto di interessi e sanzioni, come riportato nelle istruzioni e note pubblicate sul modulo.

Nel caso in cui il calcolo fosse effettuato nei giorni successivi alla scadenza del 17/12/2012 sarà calcolato in automatico il ravvedimento operoso.

Per dare massimo rilievo agli effetti dell’imposta è stato inserito il prospetto con Quota Erario e Quota Comune.

Differimento del termine per la dichiarazione IMU 2012 al 4/02/2013

E’ ufficiale, il termine per la dichiarazione IMU per il 2012 slitta al 4 febbraio 2013 (precedentemente era fissato per fine mese, il 30 novembre). E’ quanto si apprende dal comunicato stampa del MEF, reso noto soltanto mercoledì sera (CS n. 172 del 28/11/2012). Il decreto taglia spese, in riferimento agli Enti locali “ha fissato il termine per la presentazione della dichiarazione Imu relativa all’anno 2012 a 90 giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto che ha approvato il modello di dichiarazione IMU, avvenuta lo scorso 5 novembre“. Il novantesimo giorno sarebbe, in realtà, il 3 febbraio, che però cade di domenica, quindi il termine è slittato al giorno dopo, il 4 febbraio.

Pertanto, l’attuale termine del 30 novembre per la presentazione della dichiarazione IMU relativa all’anno 2012, stabilito dall’art. 13, comma 12-ter, del D. L. n. 201 del 2011, è posticipato al 4 febbraio 2013, poiché il 3 febbraio cade di domenica.

Aliquota IMU 9 per mille per gli Alloggi di cat.A (esclusa la cat. A/10 -uffici) e le Pertinenze di cat. C/2-C/6-C/7 in uso gratuito, in quanto immobili a disposizione.

Al fine di evitare errori di liquidazione dell’imposta dovuta, si precisa la normativa di riferimento sugli “usi gratuiti”, che con l’introduzione dell’Imu è radicalmente mutata.

Ai fini della relativa collocazione ed attribuzione dell’aliquota da applicare, la disciplina dell’Imu non definisce o considera ” l’uso gratuito” come una fattispecie imponibile a se’ stante, con la conseguenza che tali unità immobiliari devono trovare collocazione in un’altra fattispecie tra quelle previste dal nuovo tributo.

Essendo escluse sia l’assimilazione all’Abitazione principale, sia la fattispecie degli Immobili Locati (tali sono in presenza di contratto di locazione), per ” gli immobili in uso gratuito”, non resta che la fattispecie definita come “Unità Immobiliari tenute a disposizione” soggette all’aliquota di base ordinaria (o a quella adeguata comunale). Diversamente, il Consiglio Comunale avrebbe dovuto esplicitare tale tipologia attribuendole la relativa aliquota ordinaria (eventualmente ridotta).

Riguardo al corrente anno di imposta, gli immobili in uso gratuito (alloggi e pertinenze) restano soggetti all’aliquota di base che il Consiglio Comunale con deliberazione consiliare n. 29/2012 ha determinato nella misura del 9 per mille. In questo senso è stata e continua ad essere data l’informazione ai contribuenti, ai consulenti e studi, Caaf e Sindacati e prosegue la pre-liquidazione d’ufficio del servizio tributi comunale.

Approvato il bollettino di CCP per il pagamento IMU dal 1/12/2012

È in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, del 23 novembre 2012, con il quale è stato approvato il modello di bollettino di conto corrente postale per il versamento dell’imposta municipale propria (IMU).Il bollettino è utilizzabile dal 1° dicembre 2012, in aggiunta al modello F-24, per tutte le tipologie di versamento riguardanti l’IMU e sarà in distribuzione gratuita presso le Poste Italiane.

Servizio di assistenza al contribuente per il calcolo del saldo IMU.

L’ufficio di via Mezzaterra 45, ricevere i cittadini solo su appuntamento fino a lunedì 17 dicembre 2012.

TUTTI I GIORNI (ESCLUSO IL SABATO): 8:30-11:30 – il giovedì pomeriggio 15:15 – 17:00

Per fissare gli appuntamenti è necessario telefonare dal lunedì al venerdì 8:30-10:30 ai servizi comunali:

Sportello del Cittadino 0437.913222-913223

Ufficio Tributi, Via Mezzaterra, 45. 0437.913491

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. […] Vai alla fonte Filed in: News Tags: Consiglio Comunale, Gazzetta Ufficiale, IMU, Ufficio Tributi […]