13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 12, 2020
Home Prima Pagina Il Belluno sconfitto di misura a Pordenone

Il Belluno sconfitto di misura a Pordenone

L’A.C. Belluno 1905 esce sconfitto per 3-2 contro la capolista Pordenone. La squadra gialloblu ha chiuso il primo tempo sotto di 3 gol ma nella ripresa c’è stata la reazione del Belluno che ha accorciato le distanze con Radrezza e Corbanese ma non è riuscita a completare la rimonta. Parte Parte subito forte la squadra di casa e al 4’ è già in vantaggio grazie a Zubin che da posizione defilata sorprende Rossetto sul primo palo. Passano solo 5’ e il Pordenone raddoppia. Percussione centrale di Lavagnoli che prova il tiro dalla distanza e insacca il 2-0 per la squadra nero-verde. Al 43’ arriva il terzo gol del Pordenone ancora con Lavagnoli che si presenta davanti a Rossetto e lo supera con un potente tiro. Il Belluno nella ripresa spinge per cercare di accorciare le distanze. Il gol arriva al 81’ con Radrezza, abile a respingere in rete una respinta del portiere nero-verde. Al 86’ Corbanese accorcia ancora le distanze con un gol su mischia. Il Belluno a questo punto ci crede e si getta in avanti alla ricerca del pareggio ma dopo 4’ di recupero l’arbitro decreta la fine della partita. Si interrompe così la striscia di risultati utili per la squadra di Raschi, che nelle ultime 4 partite aveva totalizzato 10 punti. Il Belluno potrà però già riscattarsi nel turno infrasettimanale, giovedì al “Polisportivo” contro il San Donà-Jesolo.

Marcatori: 4’pt Zubin, 9’ e 43’pt Lavagnoli, 81’st Radrezza, 86’st Corbanese

A.C Belluno 1905: 1. Rossetto, 2. Brichese, 3. Gallonetto, 4. Acka (75’st De Filippo), 5. Brustolon, 6. Sommacal, 7. Moretti (60’st Ackon) , 8. Furlan (35’pt Masoch), 9. Corbanese, 10. Radrezza, 11. Duravia

A disposizione: Solagna, Simonetti, Padovan, Reato

Allenatore: Roberto Raschi

Pordenone: 1. Truant, 2. Bianchi, 3. Zilli, 4. Zlogar, 5. Zamuner, 6. Sambo, 7. Lavagnoli, 8. Nichele (55’st Lestani), 9. Zubin (75’st Sessolo), 10. Buttignaschi (63’st Nastri), 11. Lucchini

A disposizione: Benedetti, Sartori, Cuberli, Bounafaa

Allenatore: Giovanni Soncin

Arbitro: Castello

1°Assistente: Saccotelli

2°Assistente: Cozzella

Ammoniti: Buttignaschi, Duravia, Masoch, Bianchi, Gallonetto

Recupero: 3’ pt, 4’ st

 

VOCE DAGLI SPOGLIATOI

Raschi: “Eravamo quasi riusciti a pareggiarla questa partita,” spiega mister Raschi a fine gara. “Purtroppo il nostro è stato un inizio da incubo con 2 gol presi nei primi 10 minuti di gioco. Contro una squadra così forte non si può sbagliare niente ma nonostante questi due gol subiti abbiamo cercato di reagire. Loro poi hanno addirittura fatto il terzo gol e abbiamo chiuso il primo tempo sul 3-0. Mi è piaciuta molto la reazione che abbiamo avuto nel secondo tempo. I ragazzi non si sono arresi e hanno continuato a lottare fino alla fine. Siamo riusciti quasi a pareggiare la partita e sono sicuro che se il match fosse durato ancora qualche minuto forse ci saremmo riusciti. Giovedì ci aspetta un match importante contro una squadra che ci precede solo di 1 punto in classifica e cercheremo subito di riscattarci da questa sconfitta.”

Share
- Advertisment -



Popolari

Quindicenne perde la vita sull’argine del Piave schiacciato tra i massi. Allarme per un ragazzino morso da una vipera

Belluno, 11 - 08 - 20 Attorno alle 16 la Centrale del 118 è stata allertata per un ragazzo 15enne rimasto incastrato tra due...

Anziano parte da Cremona per trovare l’amico di Belluno, ma a Ferrara si perde

Era partito qualche giorno fa dalla provincia di Cremona per ritrovarsi con un amico della provincia di Belluno. Domenica scorsa, non vedendolo arrivare è...

I proprietari del Nevegal in assemblea

Sabato 8 agosto 2020 si è tenuta presso la Sala comunale ex Hall del Complesso Le Torri del Nevegal la prima Assemblea dell’Associazione Proprietari...

Il progetto di Belluno Alpina: alle ex scuole di Ronce la sede per un nuovo consorzio forestale. Dal Farra: “Ora è fondamentale curare il...

“Il territorio ha bisogno di cura e manutenzioni: il bosco avanza, consumando i prati e marcendo in piedi, e i turisti chiedono pulizia. Smettiamo...
Share