Sunday, 8 December 2019 - 13:24
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Il governo tasserà la disabilità. Daita: “Una mostruosità che toglie il respiro”

Ott 17th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Una mostruosità che provoca la mancanza di respiro. Non ci sono altre parole per qualificare un provvedimento, e nello specifico le misure che colpiscono le persone con disabilità, di un cinismo inimmaginabile”. Così la responsabile dell’Ufficio disabilità della Cgil Nazionale, Nina Daita, commenta i provvedimenti contenuti nel disegno di legge stabilità relativi al mondo della disabilità.

Secondo la dirigente sindacale “è rivoltante soltanto immaginare di tassare i cani dei ciechi, così come l’interprete dei sordomuti. Due beni essenziali che permettono alle persone con disabilità di poter espletare una funzione fondamentale: quella di poter vivere, di poter camminare e di poter sentire. Come si può soltanto pensare a misure del genere, venate di un crudele cinismo che ci riporta indietro di secoli?”. Per Daita, le misure allo studio del governo sulla disabilità, “sono un modo irresponsabile per dare la stura ai sentimenti peggiori, quelli della pancia per cui gli invalidi sono tutti dei falsi invalidi, alzando così un muro tra le persone cosiddette normali e i disabili.

Così li si ghettizza, facendoli sentire un costo per la società e non una risorsa, che è ciò che sono”.

Questo governo, prosegue la sindacalista, “non ha chiaro che i disabili non godono di sussidi ma di ausili per l’integrazione. L’indennità di accompagnamento non è tassabile perché è il risarcimento di un danno ricevuto, è un diritto perfetto, come stabilito dalla Suprema Corte.

Pensare di ripianare il bilancio dello Stato facendo cassa sui più deboli, invece di adottare una patrimoniale sulle grandi ricchezze, è una mostruosità nei confronti della quale opporremo una estrema resistenza. Fino a quando – conclude – questo governo abuserà della pazienza delle persone con disabilità?”.

Iniziando con le parole di nina daita, l’ ufficio per la disabiltà di Belluno vuole denunciare questo ennesimo colpo assestato alle politiche sociali e ai diritti civili del nostro paese che già dopo le prime indiscrezioni sugli ulteriori tagli ai trasferimenti alle Regioni e agli enti locali e all’ennesima restrizione alla spesa sanitaria prospettata dalla bozza della Legge di Stabilità: le riduzioni progressive che in 4 anni hanno eroso i fondi per il sociale da 2 miliardi e mezzo a 270 milioni di euro, i tagli derivati dal Patto di stabilità, la già pesante sforbiciata dei trasferimenti alle Regioni stanno producendo effetti gravissimi nei servizi alle persone con disabilità e ai non autosufficienti.

La disabilità viene colpita in tanti modi e non è un caso, ricorda Nina Daita, che l’occupazione delle persone disabili sia scesa del 38%.

Le persone con disabilità, stanno perdendo l’assistenza, il supporto, i servizi e con le misure prospettate dalla legge di Stabilità, le politiche sociali sarebbero completamente annientate.

L’ufficio disabili della CGIL CONSIDERA INDISPENSABILE contrastare questo clima e queste scelte e aderisce alla mobilitazione “Cresce il welfare, cresce l’Italia” del 31 ottobre prossimo a Roma alla quale hanno aderito oltre 40 associazioni del sociale tra le altre anche la Fish e Auser:

Una grande iniziativa di protesta e di proposta per chiedere a questo governo e a chi lo sostiene di cambiare rotta: è profondamente sbagliato contrapporre welfare e crescita economica, anzi proprio il welfare rappresenta un motore di sviluppo per far ripartire il nostro paese.

 

PLATOLINO IVANO

Ufficio disabilità di Belluno-Cgil

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. […] Vai alla fonte Filed in: News Tags: Auser Una, Nina Daita, Per Daita, Suprema Corte […]