Thursday, 5 December 2019 - 17:18
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Comitato “Salviamo la Provincia di Belluno”. Attivato il conto corrente. Mercoledì 24 la fiaccolata dalla Stazione a piazza dei Martiri con i fuochi dal Visentin

Ott 16th, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Cronaca/Politica, Riflettore

Stazione ferroviaria di Belluno

Da martedì mattina è stato attivato il conto corrente bancario del Comitato “Salviamo la Provincia di Belluno” per raccogliere contributi da enti, associazioni e privati al fine di raccogliere le risorse per realizzare la manifestazione a sostegno della Provincia di Belluno del 24 ottobre e tutte le iniziative collegate.

Questo l’IBAN del conto corrente che, a nome del Comitato “Salviamo la Provincia di Belluno”, è stato aperto presso la filiale UniCredit che si trova in Piazza dei Martiri a Belluno: IT 22 V 02008 11910 000102296694

Tutti sono invitati, secondo le loro possibilità, a contribuire. Nella giornata di lunedì 15 un invito particolare è stato rivolto ai parlamentari e consiglieri regionali bellunesi proponendo loro di versare duemila euro per consentire alla macchina organizzativa di iniziare subito a funzionare a pieno regime. Al momento in cui scriviamo è arrivata la risposta del capogruppo del Pdl in Regione, Dario Bond, che così a scritto al Comitato: “Sono pronto a versare la somma richiesta e sostenervi in questa battaglia, battaglia che sento mia e che sto portando avanti anche in queste ore in Prima Commissione e in Commissione Statuto dove stiamo analizzando il nodo Province. Nelle prossime ore provvederò al bonifico secondo le istruzioni inviatemi”.

E’ comunque possibile che già nelle prossime ore, appena le coordinate del conto corrente saranno diventate note, giungano le risposte anche degli altri interpellati.

Sul fronte organizzativo è stato definito il percorso della manifestazione/fiaccolata di mercoledì 24 ottobre che partirà alle 19 dal Piazzale della Stazione di Belluno per dirigersi, attraverso Via Loreto, in Piazza dei Martiri, compiere il giro dei giardini e poi, passando per Piazza Castello, concludersi in Piazza Duomo dove il Comune di Belluno ha assicurato la sua piena collaborazione per tutto l’aspetto logistico, dal palco all’impianto audio.

Sempre sul fronte organizzativo stanno proseguendo i contatti per organizzare l’accensione dei fuochi, in contemporanea con la manifestazione, sulla cresta del Visentin e, se possibile, anche su altri monti della provincia a significare il coinvolgimento di tutto il territorio per questa causa.

Sono ormai in fase di avanzata realizzazione alcuni spot per le televisioni e per le radio che nei prossimi giorni verranno messi in onda per richiamare il senso della mobilitazione e l’importanza di partecipare alla manifestazione del 24 ottobre. Con la stessa finalità l’Ascom ha preso l’iniziativa di realizzare mille manifesti da diffondere negli esercizi affiliati su tutto il territorio e l’emittente Telebellunodolomiti ha fatto sapere che contribuirà all’iniziativa realizzando vari servizi e varie trasmissioni dedicate all’argomento e facendo apparire sullo schermo in tutti i telegiornali, fino al giorno della manifestazione, una coccarda blu che richiama l’iniziativa “fiocco blu” con la quale tutti sono invitati a indossare un nastrino blu (il colore della fascia che viene usata dal presidente della Provincia) o a metterlo sull’auto, o sulla bicicletta o dovunque possa essere visibile, in segno di partecipazione alla mobilitazione.

Comitato Salviamo la Provincia di Belluno

Share

12 comments
Leave a comment »

  1. Condivido queste azioni e spero che i Bellunesi vengano ascoltati. Ai bellunesi l’invito di scendere in piazza e di essere consapevoli di appartenere ad uno splendido territorio che va difeso e salvaguardato!

  2. Ottimo intervento.

    Non ci saranno altre occasioni. Se salta la provincia, tutti a casa, nazionali e regionali.

    Poco, ma certo.

    I bellunesi si sono rotti le balle di stare a testa bassa.

  3. BELLUNO NON MOLLARE!

  4. Se fate la fiaccolata bruciate le balle che i politici vi hanno raccontato e continuano a raccontarvi.
    E non fatevi commuovere da un bonifico, perché sono sempre soldi vostri rigirati come una frittata.
    Questi politici se ne sono sbattuti il cazzo per anni, di Belluno.
    Non illudetevi di cavare un ragno dal buco, ma buona fortuna.

  5. Qualcuno sa che cosa è stato deciso a Venezia?

  6. @Lino: pare niente. Giovedì o venerdì va in consiglio. Gli assetti veneti però son sempre quelli: perché Belluno si e gli altri no?

    Non c’è nessuna sensibilità alla montagna, perché il veneto è pianura e mare.

  7. Ecco i veneti:

    Rovigo e Belluno in pericolo, tornano i
    giochi di palazzo: il Veneto rischia il voto

    http://www.ilgazzettino.it/regioni/veneto/rovigo_e_belluno_in_pericolo_tornano_i_giochi_di_palazzo_il_veneto_rischia_il_voto/notizie/225923.shtml

  8. @Cris: se le cose stanno in questi termini, prepariamoci pure al peggio…

  9. ATTENTI BELLUNESI! Un conto è “salvare la provincia di Belluno”, un altro è salvare le poltrone degli uffici della Provincia. Se fate attenzione, chi più urla a difesa della provincia è proprio chi ha interessi personali a mantenere il palazzo. E difende ancora il proprio tornaconto, diretto o indiretto (non si sa mai che la “buona azione” venga poi “ricompensata”…).
    Difendete la vostra provincia, ma non chi ci ha messo radici.

  10. @Filippo: no sta preocuparte. Ci sarà un bel repulisti: i bellunesi manderanno a casa i pavidi che li hanno venduti per 4 soldi. E varrà per tutti i ruoli di comando.

  11. Io non do una lira o, pardon, un euro. Dopo pagare il doppio, se non il triplo degli altri. Dopo che BIM, AATO, e chi più ne ha più ne metta hanno mangiato a manbassa. Dopo che abbiamo un trasporto da Terzo Mondo, devo anche pagare? Lascio agli amici dei politici che hanno ridotto così la provincia a pagare. io se posso vado a vivere all’estero.

  12. […] Vai alla fonte Filed in: News Tags: Comitato Salviamo, Commissione Statuto, Piazza Castello, Via Loreto […]