Thursday, 12 December 2019 - 17:46
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

La “Piccola Fenice” rende omaggio a Sisto Dalla Palma. Bond e Perenzin: “Il Teatro la Sena di Feltre diventi cuore vivo della città”

Ott 12th, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Cronaca/Politica, Prima Pagina

Un uomo di teatro innanzitutto, ma anche scrittore, regista, fine amministratore. Sisto Dalla Palma è uno dei feltrini più illustri del Novecento e proprio a lui l’Amministrazione comunale di Feltre con la Regione del Veneto ha deciso di rendere omaggio con una rassegna teatrale unica nel suo genere. Come location il Teatro de la Sena, definito dagli esperti del settore come “la piccola Fenice” del Veneto, struttura oggetto di un laborioso restauro nel cuore della cittadella murata.

“Far Sena par Sisto” è il titolo della kermesse che prenderà il via martedì 16 ottobre alle 19,30 per concludersi sabato 27. Quattro serate di grande teatro per far rivivere Sisto dalla Palma e la sua arte. Direttore del Piccolo Teatro di Milano, Dalla Palma è stato il fondatore e presidente del Crt, il Centro di ricerca teatrale di milano. E ancora, docente di Storia del Teatro alla Cattolica di Milano, segretario della Biennale di Venezia e presidente della Fonit Cetra dal 1983 al 1994.

“Una figura importante che i nostri giovani e i feltrini tutti devono conoscere”, hanno detto il sindaco di Feltre Paolo Perenzin e il consigliere regionale Dario Bond in rappresentanza della Regione. E proprio la Regione – su impulso dello stesso Bond – ha reso possibile l’impresa con un accordo di programma in materia culturale che vuole mettere al centro il teatro. “Il Teatro de la Sena deve diventare il fulcro della nostra città. Non basta un teatro bomboniera da mostrare alle comitive, serve una struttura viva e vitale, da mettere a disposizione dei nostri giovani e delle loro passioni, della loro ricerca, della loro arte”, ha detto Bond. Insomma, un “contenitore di passioni” da rilanciare con precise azioni politiche.

Bond non ha dubbi e sul tema ha l’appoggio pieno del sindaco. “Dobbiamo agganciare questo tipo di iniziative a due importanti treni. Mi riferisco all’Expò di milano del 2015 e all’Anno europeo della cultura nel 2019 che vedrà nel Nordest il suo punto nevralgico. Per farlo dobbiamo cominciare a lavorare fin da ora”, ha detto il consigliere regionale.

Nel frattempo c’è da gustarsi il “poker” di spettacoli in cartellone. Martedì 16 alle 19,30 si comincia con “Filò, viaggio di uno zanni all’inferno”, ispirato al poema di Andrea Zanzotto con progetto e interpretazione di Silvio Castiglioni. Venerdì 19 alle 20,30 sarà la volta di “Piccolo mondo alpino” di e con marta e Diego Dalla Via (produzione Crt). Tocca poi a “Il silenzio di Dio” con progetto e interpretazione di Silvio Castiglioni in programma venerdì 26 ottobre alle 20,30. Gran finale sabato 27 sempre alle 20,30 con un riadattamento della Lisistrata di Aristofane ovvero la “Lisa” della compagnia teatrale “I messinscena”, gruppo nato al liceo scientifico feltrino “Dal Piaz”.

“Chiudiamo con i nostri giovani proprio perchè vogliamo avvicinarli alla figura di Dalla Palma”, ha spiegato il primo cittadino.

L’ingresso è gratuito e su prenotazione al numero 0439885357 dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,00 e nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e giovedì dalle 15,00 alle 17,30. Per ogni telefonata sarà possibile prenotare un numero massimo di due ingressi per un massimo di due serate.

L’evento è in collaborazione con il centro di ricerca per il teatro e il Fondaco per Feltre.

 

 

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Si, si. come no.