Sunday, 8 December 2019 - 17:43
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Sanzionato dalla polizia un ambulante che vende cactus e palme senza licenza

Ott 11th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Mercoledì mattina una pattuglia dei Poliziotti di Quartiere, su indicazione di alcuni cittadini, raggiungeva via Montegrappa per un controllo ad un furgone Iveco di colore blu. Nel cassone del mezzo gli agenti notavano numerose piante ornamentali del tipo palma, kenzia e cactus tipo “cuscino della suocera”, mentre appoggiate sulla sede stradale vi erano numerose piante di olivo e di agrumi vari.

Il conducente riferiva che da circa due mesi girava nei vari comuni del Veneto esercitando la vendita in forma itinerante ed esibiva agli operanti un’autorizzazione per l’esercizio di tale attività rilasciata dal Comune di Acireale (CT). Da accertamenti effettuati presso l’Ufficio Commercio di quel Comune si appurava che l’autorizzazione amministrativa era stata revocata.

I poliziotti provvedevano quindi al sequestro della licenza e di tutte le piante contenute nel furgone, nonchè contestavano a D.M.A., nato ad Acireale (CT), di anni 39, una sanzione amministrativa di Euro 5.164 per commercio al dettaglio su area pubblica mediante la vendita di piante varie senza la prescritta autorizzazione del Sindaco.

Il furgone conteneva kenzie, piante del tipo palma, cactus tipo “cuscino della suocera”, piante denominate ficus benjamin, piante d’olivo, piante di oleandro, palme da ananas, piante di arancio, piante di limone e piante di mandarino cinese per un controvalore al dettaglio di circa 7/8.000 euro.

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. […] Vai alla fonte Filed in: News Tags: Ufficio Commercio […]

  2. che forza,e intanto si rubano moto e auto dai garage…….

  3. Infatti, quello che pensavo io max. Euro 5.164 per commercio al dettaglio su area pubblica mediante la vendita di piante varie senza la prescritta autorizzazione del Sindaco nel frattempo i Penati sono ancora liberi e tranquilli di fare il loro lavoro e giudici e magistrati, non essendosi tagliati lo stipendio, possono continuare a spassarsela. Che paese di Merda!!!

  4. puoi dirlo forte