Tuesday, 24 October 2017 - 07:32

Longarone fiere: dal 28 al 30 settembre l’Expo delle Dolomiti patrimonio dell’umanità

Set 26th, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

Dal 28 settembre fino a domenica 30, la Fiera di Longarone ospiterà l’“Expo delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità”, momento per promuovere e valorizzare la civiltà, la cultura, l’economia, l’ambiente e gli uomini delle Dolomiti. Contenuti e obiettivi della manifestazione, che ha come partner la Fondazione Dolomiti Unesco e che è alla sua seconda edizione, sono stati presentati stamani a Venezia dall’assessore alla promozione Marino Finozzi, dal presidente di Longarone Fiere Oscar De Bona, dal sindaco di Longarone Roberto Padrin, presenti anche il presidente del Veneto Luca Zaia ed Emanuela Milan, la presidente della Fondazione Dolomiti Unesco.

“Partiremo da qui – ha fatto presente Finozzi – per compiere un cammino che renda le Dolomiti coprotagoniste di Expo 2015. Come Regione saremo presenti con più iniziative, anche in collaborazione con il CAI, per confermare Expo Dolomiti come momento di discussione e di approfondimento di questo patrimonio dell’Unesco, inserito dal punto di vista della valorizzazione turistica nel progetto di eccellenza Dolomiti – Montagna Veneta”.

A sottolineare l’importanza della manifestazione verrà anche il ministro dell’ambiente Corrado Clini, oltre ai rappresentanti delle cinque Province e delle due Regioni che hanno il privilegio e la fortuna di abbracciare questa parte delle Alpi. “Assieme ragioneremo sul prossimo futuro delle nostre montagne”.

“La prima edizione è stata una scommessa e anche una sorpresa – ha ricordato dal canto suo De Bona – perché la gente delle Dolomiti ci ha creduto e ha voluto essere presente per animare l’iniziativa con una serie di manifestazioni culturali e folcloristiche. L’edizione di quest’anno ha in programma 27 appuntamenti, presentazione di libri (saranno presenti 43 case editrici che editano libri sulla montagna), di progetti e convegni. Avremo anche un luogo dedicato alla degustazione dei prodotti a denominazioni di tutti i territori interessati dalle Dolomiti. Dal canto suo la Fondazione ha scelto quello delle reti funzionali come tema che farà da guida alla manifestazione. Le reti funzionali tematiche – ha concluso – saranno gli strumenti con i quali gli enti territoriali ottimizzeranno in modo collaborativo la salvaguardia, la conoscenza, la comunicazione e la valorizzazione delle Dolomiti”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.