Friday, 15 December 2017 - 18:01

L’indipendentista Bampo ritorna all’attacco: nasce il Partito delle Dolomiti. Si inizia con un sondaggio sul nome del futuro partito territoriale

Set 24th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Partirà con un gazebo al mercato di Agordo mercoledì 26 settembre sino alle ore 12.30 il nuovo ciclo di incontri per l’adesione delle Dolomiti autonome al progetto indipendentista veneto. Dopo la raccolta di una serie di nomi suggeriti da persone contattate in tutta la Provincia verrà proposto ai cittadini un sondaggio in cui gratuitamente e senza obblighi di alcun genere potranno esprimere la propria preferenza sulla terna di nomi che sarà proposta all’assemblea costituente del partito che nascerà nella nostra terra per il raggiungimento dell’autonomia provinciale e l’indipendenza del Veneto.

L’assemblea costituente sarà indetta per il 24 e 25 novembre. Potrà partecipare chiunque abbia precedentemente a quella data manifestato interesse alla nascita di un partito locale che inserisca la possibilità della autonomia della Regione Dolomiti all’interno di un Veneto indipendente da Roma.

Paolo Bampo

Dietro tutto questo non poteva esserci che lui, Paolo Bampo, l’irriducibile indipendentista bellunese con alle spalle l’esperienza di tre mandati parlamentari. E che ora, con “i ladri di polli” e i “ladri di preziosi” (perché non sono solo noccioline quelle che hanno sottratto) che hanno occupato la scena politica mentre la gente fa fatica ad arrivare a fine mese, avrà certamente buon gioco nell’attaccare frontalmente la partitocrazia.

La novità nell’evoluzione di questo partito – precisa la nota –  è che ogni passo sarà regolato dalla partecipazione popolare. In questo momento non c’è nulla di precostituito. Il nome sortirà dal sondaggio. Lo statuto e le regole saranno scritte da chi avrà formulato interesse a partecipare alla fase costituente e saranno questi “Padri fondatori” a stabilirne i percorsi politici. Per acquisire il diritto a fregiarsi dell’appellativo di Padre Fondatore e partecipare a costo zero alle fasi costituenti della Autonomia della Regione Dolomiti attraverso l’Indipendenza Veneta sarà sufficiente presentarsi ai gazebo che saranno organizzati in tutta la provincia e di cui sarà data notizia attraverso gli organi di informazione locali o, nel caso di impossibilità, potrà essere inviata una mail di adesione e condivisione a:

partito.pop-belluno@libero.it

La presente iniziativa – conclude la nota –  è anche sostegno dei promotori del referendum per l’indipendenza del Veneto che recentemente ha coinvolto il Presidente Zaia a Venezia ed il Presidente Barroso a Bruxelles.

Il secondo appuntamento è già fissato per giovedì 27 dalle ore 9.00 alle ore 12.30 con il gazebo che sarà posto al mercato di Sedico.

 

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. Bambo cambia idea ogni volta che cambia il tempo: autonomista, federalista, venetista, dolomitico, indipendentista,venetostato: e deciditi!

  2. Caro Rob,
    un giorno forse qualcuno ti spiegherà che alcune cose non escludono altre e sono complementari se non addirittura funzionali una all’altra. Ma c’è anche chi trova comodo fingere di non sapere.
    Comunque per dimostrarti che indipendentista il sottoscritto è sempre stato, (sin dai tempi della prima Liga Veneta) riporto di seguito un passaggio del documento “Cosa vuole il PAB” (pag 3) in cui si parla del tema.
    Visto che tale documento è inserito in questo giornale alla voce “A come Autonomia” se tu invece di scrivere insolenze avessi avuto voglia di spendere un po’ di tempo per informarti, avresti evitato di perderlo inutilmente..(tale doc. è stato scritto e depositato in tribunale a BL nella primavera 2009):
    …….omissis:
    “Vi è da tenere nella debita considerazione l’importantissimo fatto che l’Italia ha sottoscritto il “Patto di New York”, con il quale tutti i maggiori Stati del Mondo riconoscevano il “DIRITTO alla AUTODETERMINAZIONE dei POPOLI”. Lo Stato italiano ha inoltre promulgato, a conferma del diritto di cui sopra, la legge 881/77 ribadendo così una implicita, quanto obbligata e, sicuramente, indesiderata, posizione favorevole alla nostra richiesta di indipendenza.
    Per tutto quanto sopra, pensiamo che, difficilmente lo Stato italiano potrebbe giustificare ad un qualsiasi tribunale internazionale una propria eventuale opposizione alla richiesta del popolo veneto di potersi esprimere sulla propria libertà e sulla propria capacità di autodeterminarsi e autogovernarsi.
    Il Veneto quindi, vincendo il referendum indipendentista, diverrà di certo uno Stato sovrano. Noi aggiungiamo, anche federale perché crediamo ai principi che sono di seguito declinati e che noi consideriamo quale contributo anticipato alla discussione dell’Assemblea Costituente che determinerà la nascita della Nuova Repubblica :
    a) eliminazione della centralità dello Stato: Venezia non sarà la capitale dello Stato Veneto, ma unicamente, il luogo in cui avranno sede gli uffici di coordinamento del territorio. Lo Stato Federale del Veneto sarà diviso in sette Regioni Autonome e Belluno sarà la “Regione Autonoma Dolomitica”, divisa in 5 province ordinarie (Belluno, Feltre, Cadore-Comelico, Agordo, Alpago) ed una “speciale”, quella Ladina. Tali Province potranno scegliere di costituirsi in uno o più super-comuni riducendo il numero dei municipi………………………………………………………………………………………….. La capitale dello Stato Veneto sarà, alternativamente, una delle attuali sette città capoluogo di Provincia, a rotazione per ogni quinquennio di legislatura………………………………………………………………………………………………… Anche Belluno avrebbe, quindi, la responsabilità dell’intera Regione/Stato per una legislatura ogni sette” ;

  3. Comunque Rob,
    ti confermo:
    io sono : autonomista, federalista, venetista,dolomitico, indipendentista, Veneto stato , tutto insieme
    …e ne vado fiero
    dal 1984 non ho mai cambiato idea! per questo ritengo insolente la frase “cambia idea ogni volta che cambia il tempo”.
    ma tu che parli tanto hai almeno un’idea di come vorresti la tua terra?
    Se non ce l’hai sono disposto a spiegarti la mia visione. Se ce l’hai mi piacerebbe fartela cambiare.

  4. @Rob

    Paolo Bampo e’ quel che e’, lui mette nome e cognome…….vedi te!

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.