Saturday, 21 October 2017 - 08:37

Cessione Dolomitibus. Claudia Bettiol: “rimarrà il controllo pubblico, come proposto dal Pd, Cgil e dipendenti dell’azienda”

Set 19th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“L’amministrazione comunale di Belluno si appresta a vendere le quote della Dolomitibus, ma a condizioni diverse da quelle prospettate lo scorso mese di giugno dal Sindaco Massaro.  Infatti, attraverso la cessione alla Provincia di Belluno dello 0,1% da parte della azienda privata RAP DEV, che acquisterà le quote del Comune, si evita di eliminare completamente il controllo pubblico sul servizio di trasporto locale”.

Lo sottolinea Claudia Bettiol, capogruppo del Pd in consiglio comunale di Belluno.

“E’ evidente che questa soluzione, che il gruppo del Partito Democratico ha da subito caldeggiato in Consiglio Comunale unitamente ai dipendenti della Dolomitibus e alla CGIL, è frutto di una battaglia giusta che abbiamo intrapreso e portato a termine con pacatezza e moderazione dei toni. Quanto ottenuto è inoltre la dimostrazione che non ci interessa un’opposizione preconcetta – osserva Claudia Bettiol – ma come gruppo del PD intendiamo lavorare in sintonia con i cittadini e i lavoratori affinché le scelte dell’amministrazione comunale siano quelle più giuste per i cittadini e per il bene della città.

Ci rendiamo conto che il nostro Paese, l’Italia, e la nostra città, Belluno, vivono un momento particolarmente difficile dal punto di vista economico e sociale. Ma appunto per questo, le scelte amministrative devono essere condivise, non ci si può fermare alla prima difficoltà per liquidare tutto, si deve evitare la svendita di un patrimonio che appartiene alla collettività, nel caso della Dolomitibus di un bene comune quale il trasporto pubblico locale.

Continueremo a fare le nostre battaglie in quest’ottica, come ci chiedono i cittadini che rappresentiamo”.

 

Share

5 comments
Leave a comment »

  1. Massaro-Bettiol sotterrano l’ascia di guerra merito della trattativa su DolomitiBus merce di scambio per questa pace ritrovata? Cosi sembra visti i toni concilianti e alcune frasi di questa dichiarazione uscita a tempo di record; in particolare risulta alquanto sospetto questo passaggio:” “E’ evidente che questa soluzione, che il gruppo del Partito Democratico ha da subito caldeggiato in Consiglio Comunale unitamente ai dipendenti della Dolomitibus e alla CGIL…”,non mi risulta che una tale proposta sia mai stata presentata in Consiglio (vedi registrazioni youtube) o sia stata prospettata ai singoli consiglieri neanche in via riservata. Se questo è il concetto di condivisione della Bettiol e compagni del PD con il supporto della GCIL (più importanti e rappresentativi dei consiglieri eletti da noi tutti cittadini?) mi sa che è cambiato ben poco : al’arroganza e prepotenza della destra , ci troviamo quella della sinistra.
    Almeno non ci prendessero in giro raccontandoci la “barzelletta” del controllo pubblico; in qualsiasi società il controllo è in mano al consiglio di amministrazione e all’amministratore delegato, l’assemblea dei soci,specialmente a parità di azioni, vale come il due di picche!!!
    In attesa della solita accusa di populismo e demagogia condita con un po di antipolitica ,vi auguro buon spettacolo replicheremo con :Dolomiti Ambiente,NIS, GSP,A27,Provincia e forse anche con un spettacolino sulla Comunità Montana.

  2. Al di la di tutte le tue altre considerazioni di caratte personale, Stefano, mi permetto di replicare solo su un punto che è quello della notorietà della posizione dell’intero Partito Democratico sulla vicenda Dolomiti Bus, espressa ben prima che si componesse il consiglio comunale (non a te è ovvio ma basta recuperare un volantino della campagna elettorale) e che è esattamente quella di mantenere la maggioranza pubblica (tra l’altro salvaguardando il “valore” delle azioni in quota alla Provincia) perlomeno con questo meccanismo di cessione di parte delle quote. Mi permetto di aggiungere che ottenuto questo piccolo successo, diventa fondamentale la qualità del contratto di servizio dato che di per se avere la maggioranza ma faticare ad esercitarne i privilegi in modo effettivo, lo rendono determinante.

  3. Mi spiace dover polemizzare ,ma se sfugge qualcosa a qualcuno quel qualcuno sei tu. Senza andare alla campagna elettorale e ai programmi presentati(purtroppo sono sempre stati poco considerati) basta rileggersi il dibattito sull’O.d.G. presentato proprio dal PD e altri,seduta consiliare del 19/6/2012, nella quale il PD ,attaccando duramente Massaro,sostenne anche l’importanza del mantenimento della quota proprietaria.

  4. […] Vai alla fonte Filed in: News Tags: Cessione Dolomitibus, CGIL, Claudia Bettiol, Sindaco Massaro […]

  5. Non posso non essere d’accordo con Stefano Messinese….Caro Henry…sta succedendo quello che ti avevo anticipato sulla campagna elettorale….li si dice una cosa…poi si fa un’altra. Non che mi aspettassi cose diverse…però…

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.