Tuesday, 24 October 2017 - 09:30

Feltre. Vaccari: “Ai 400mila euro di tagli si sono aggiunti altri 900mila, veramente intollerabile”

Set 13th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Gianvittore Vaccari senatore

”Bene fa il sindaco di Feltre Perenzin a denunciare le difficoltà di bilancio per l’ulteriore taglio fatto da questo Governo di circa 900.000 euro a fine agosto,  quando mancano pochi mesi a fine anno per delle correzioni (se mai sono possibili) e quando poi entro settembre tutti i comuni d’Italia devono verificare il proprio equilibrio di bilancio”.

Lo ha dichiarato il senatore della Lega già primo cittadino di Feltre Gianvittore Vaccari, il quale ricorda che su questo problema, ”veri e propri salassi che stanno colpendo migliaia di comuni”, la Lega Nord ha chiesto una urgente audizione del governo in commissione Bilancio del Senato.

Vaccari ricorda inoltre come già ad inizio anno 2012, ”avevamo stimato un taglio di circa 400.000 euro rispetto l’anno precedente per la manovra Monti e per far fronte a questo, perché ritenevo mio dovere etico e politico corretto lasciare a fine mandato un bilancio in ordine anche se la scadenza dell’approvazione era dopo le elezioni e quindi legittimamente potevo anche aspettare, senza quindi “calcoli elettorali” abbiamo fatto un bilancio con aumento sia dell’addizionale IRPEF che dell’IMU, quota per il comune, rispetto l’ICI”.

Ora non solo i 400.000 euro sono stati confermati ”ma si sono aggiunti altri 900.000, veramente intollerabile!”. Vaccari suggerisce al nuovo sindaco ”di ponderare bene come agire, il termine per revisionare il bilancio di previsione è il 31 ottobre termine anche per rivedere le aliquote IMU ed il relativo regolamento.

Da parte mia – conclude il senatore Vaccari – non lascerò sola la mia città e mancherò di sollecitare il governo per l’assegnazione dei contributi che erano stati assicurati e che consentirebbero almeno un giusto sollievo”. (Bellunopress)

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. Perenzin, appena capirà che gli anni settanta sono finiti, potrebbe fare una cosa intelligente: approvare il referendum per il passaggio al Trentino-Alto Adige (e farci pure campagna a favore).

    Coraggio, prima o poi lo capiranno che non c’è alternativa, se non il baratro.

  2. il senatore dimentica i tagli del precedente governo, il suo dunque, non solo quelli di monti.
    In secondo luogo, nell’aumentare l’addizionale irpef comunale ( che era una aliquota unica uguale per tutti i redditi dello 0.3%) ha lasciato invariata questa aliquota anche per i redditi più bassi. che sono i più colpiti dalla crisi.

  3. Vaccari: non ti vota più nessuno…rassegnati…una sola parola eccheggia per le strade: fallimento clamoroso!

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.