Thursday, 14 December 2017 - 09:49

Polizia Stradale, Campagna Tispol “Seatbelt”: dal 10 al 16 settembre via al controllo sull’uso delle cinture di sicurezza

Set 10th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Il Network Europeo delle Polizie Stradali “Tispol” ha programmato nel periodo dal 10 al 16 settembre 2012 l’effettuazione della Campagna Europea congiunta denominata “Seatbelt” (cinture di sicurezza).

Tispol è una rete di cooperazione tra le Polizie Stradali, nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono 29 Paesi tra cui tutti gli Stati Membri oltre alla Svizzera ed alla Norvegia, con la Serbia come osservatore.

L’Italia è rappresentata dal 2003 dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno.

L’organizzazione intende sviluppare una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee per ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e campagne “tematiche“ in tutta Europa all’interno di specifiche aree strategiche.

L’obiettivo è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, i cui risultati vengono poi monitorati dal gruppo operativo Tispol.

La campagna congiunta denominata Seatbelt ha l’obiettivo di verificare l’effettivo utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta in genere da parti dei conducenti e dei passeggeri di tutti i veicoli in circolazione.

L’art. 172 del C.d.S. prevede, in caso di violazione, una sanzione amministrativa compresa tra 76 e 306 Euro e la decurtazione di n. 5 punti dalla patente.

La recidiva biennale comporta, inoltre, la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi.

Delle violazioni commesse da minori risponde infine il conducente ovvero, se presente, chi è tenuto alla sorveglianza del minore.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.