Sunday, 22 October 2017 - 12:10

Bond contro Napolitano in Alto Adige: “Atteggiamento allucinante. Il presidente della Repubblica crea disparità di trattamento tra i suoi cittadini”

Set 5th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond

Cerca di rifare la perduta verginità del Pdl, al governo negli ultimi anni senza che nessuno abbia mai tentato di porre il problema né qui né in Europa, del vecchio trattato internazionale di Parigi, il consigliere regionale Dario Bond attaccando il capo dello Stato. “Non voglio rovinare la festa a nessuno – afferma il capogruppo del Pdl in consiglio regionale mentre a Merano (Bolzano) si sta tenendo la cerimonia per i 40 anni del secondo statuto di autonomia e per i 20 dalla quietanza liberatoria  –  ma lo spettacolo che in queste ore si sta tenendo a Merano è davvero stucchevole. Quello che più mi rammarica è vedere il presidente della nostra Repubblica che continua a sostenere i privilegi di una realtà italiana a scapito delle altre. E’ semplicemente vergognoso”.

“Napolitano mi delude anche perché sono certo che tenterà di mediare tra l’Alto Adige e il Governo Monti perché quest’ultimo non applichi tagli troppo pesanti al sistema delle Autonomie. Sono sconcertato perché ci troviamo di fronte a una ingiustizia bella e buona. Napolitano fa da garante al Trentino-Alto Adige, mentre si gira dall’altra parte quando a chiedere maggiore autonomia e maggiori risorse sono altre realtà, magari limitrofe e con le stesse caratteristiche. Mi riferisco al Bellunese – attraversato da ondate referendarie periodiche segno di un malessere diffuso – ma anche al Veneto in generale, regione motore d’Italia ma costantemente bersagliata dai governi centrali”.

“Qua non si tratta di individuare un nemico, ma di ribadire un principio di civiltà secondo cui non ci possono essere disparità di trattamento talmente pronunciate tra cittadini dello stesso Stato. E che a perpetrarle sia il Capo dello Stato, accolto in aeroporto dagli striscioni polemici di Eva Klotz, è francamente allucinante”, conclude il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale.

 

Share

17 comments
Leave a comment »

  1. I Consiglieri regionali, invece che scrivere tanto dovrebbero aiutare i referendum dei comuni in tutti i modi, con tutte le loro energie e con tutto l’impegno.

    I risultati arriverebbero, come sono avvenuti in altri tempi in TN-AAdige.

    Invece li bloccano dietro le quinte, perchè il territorio Bellunese non è il loro principale interesse.

  2. Io mi chiedo perché faccia comunicati stampa quando certe cose, con la carica che ricopre, avrebbe la possibilità di riferirle personalmente anche a Napolitano….

  3. 600 tesserati al BARD…noi andiamo avanti. Con o senza l appoggio dei partiti

  4. Bravo Bond!
    Non capisco perché la criticano, nessuno ha ancora capito che in problema vero è quello
    che finalmente qualcuno come lei sta ora segnalando.
    Chissà che se ne rendano conto anche altri, in particolare in Parlamento.

  5. Carlo, ma setu drio scherzar o che.

    Solche ciacole, nessuna azione e finison sot Treviso grazie ai nostri parlamentari e consiglieri.

  6. Brao si Bond….specie perchè nn perde occasione di dimostrare da ce parte sta: CONTRO BELLUNO!

    Ma cosa si può mai pretendere da gente del genere…sanno solo pensare al proprio futuro, del proprio territorio non gliene frega nulla!

    Riguardo all’essere contro le autonomie di Trento e Bolzano, mi piacerebbe conoscere dei modelli di gestione e di crescita migliori…avanti, sto aspettando proposte da mesi ma nessuno dei detrattori si fa vivo…chissà come mai…

  7. Bond si dimentica di dire che Napolitano era il ministro dell’interno all’epoca dei Serenissimi e possiamo ben ricordare quale fu il suo atteggiamento nei confronti dei patrioti veneti.
    Comunque al di là di questo continuo a ribadire quello che è dalla suo primo momento la finalità del PAB:
    BELLUNO DEVE AVERE LE STESSE PREROGATIVE DI TRENTO E DI BOLZANO compreso il potere di farsi le leggi di governo del territorio.

    In merito poi al fatto spesso sottolineato da esponenti politici di varia estrazione (soprattutto PD e PDL…che strano asse!!) di “TOGLIERE I PRIVILEGI A BOLZANO” vi è da dire che quelli non sono privilegi ma prerogative di un ente autonomo e siccome anche noi tendiamo all’autonomia quello è il nostro modello di riferimento.
    Togliere quei diritti a BZ vuol dire cercare un livellamento in basso. Noi vogliamo un livellamento in alto.
    Voce del verbo AVERE anche noi e non TOGLIERE agli altri.
    iL PRINCIPIO VETERO COMUNISTA SECONDO CUI ESSERE RICCHI ERA UN DELITTO” è andato in soffitta da almeno 3 decenni. (e poi siamo sicuri che togliere a BZ voglia dire ripartizione delle risorse tra gli altri o forse più facilmente PD e PDL vogliono togliere risorse a BZ per spartirsele a Roma e comprarsi voti al SUD?)

  8. Ancora una volta Bond si dimostra attento interprete del pensiero della gente comune…. di treviso e vicenza…. “è francamente allucinante” conclude l’uomo delle valli bellunesi….

  9. Bond è in buona compagnia. Pure Paniz è intervenuto ieri con lo stesso tono e, dulcis in fundo, anche De Carlo non ha voluto mancare, parlando di privilegi delle Province autonome. Costoro creano solo terreno fertile all’inconprensione tra popolazioni che invece devono imparare a convivere nel miglior modo possibile in vista di una futura Regione Dolomiti. Vergogna!

  10. E la smetta di tirare in ballo, solo quando gli interessa, la questione dei referendum, da lui sempre ignorati. Non più tardi qualche giorno fa in Consiglio comunale a Feltre, dove ha sostenuto le tesi da Azzeccagarbugli del Sindaco Perenzin sul referendum, salvo dopo astenersi, come al suo solito, alla votazione.
    Della serie “lancio il sasso ma nascondo il braccio”. Doppia vergogna.

  11. […] da garante al Trentino-Alto Adige, mentre si gira dall’altra parte quando a chiedere … Vai alla fonte Filed in: News Tags: Alto Adige, Trentino Alto […]

  12. x i vari commentatori:
    il problema non è che questo signore vada a difendere l’autonomia del TAA, il problema è che NON SPENDE UNA PAROLA per chi, poveraccio, l’autonomia non ce l’ha e continuerà a tirare avanti la baracca mentre gli altri mangiano e bevono.

  13. Bampo e Cleber hanno sacrosanta ragione
    Di cosa stiamo discutendo?
    Unita’ subito e lavoriamo tutti insieme per un progetto comune

  14. Marco
    hai detto una cosa saggia: unità subito. Sarebbe ora che anche Bond e chi parla a vanvera di privilegi lo capissero.
    Dopo il tuo, sono andato a rileggermi il post di Bampo: in effetti fa riflettere!!!
    Anche chi vorrebbe portarci sudditi a Bolzano, però aggiusti il tiro. Io non mi sento crucco!
    Meditate gente! Meditate!

  15. Napolitano ai bellunesi: «La polemica sull’accordo del 1946 è tardiva»
    Il Presidente risponde alle critiche sulla visita a Merano.

    «Francamente, polemizzare su quello che fece De Gasperi nel 1946 mi pare un po’ tardivo». Lo ha affermato il presidente Giorgio Napolitano, nel corso della sua visita alla Biennale Architettura, rispondendo a una domanda circa le polemiche sulla sua visita a Merano. Critiche erano venute dal consigliere regionale Dario Bond (PdL) e dal sindaco di Calalzo Luca De Carlo secondo il quali la visita per il quarantennale dell’autonomia «svantaggerebbe regioni produttive e generose come il Veneto».

  16. Marco, per favore cerchiamo di essere chiari, e soprattutto di voler capire le proposte che vengono avanzate.
    Quindi dimmi apertamente: chi “vorrebbe portarci sudditi a Bolzano”?

  17. Tomaso risparmia il fiato..e renditi conto che qualche intervento sul blig e’ costruito ad arte…non intravedi Il duetto?

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.