Monday, 11 December 2017 - 17:16

Ponte Bailey: le precisazioni del sindaco di Belluno Jacopo Massaro

Set 3rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

“Il ponte Bailey non è di proprietà del Comune di Belluno, ma è provvisorio e in affitto”.

Lo precisa il sindaco di Belluno Jacopo Massaro in relazione alla discussione aperta sul futuro del manufatto.

“Lo paghiamo € 150.000+IVA all’anno; il contratto scadrà il 30 giugno 2013.

Alla conclusione sarà a nostro carico lo smontaggio di € 109.000+IVA e la rimozione dei piloni, circa € 90.000.

L’eventuale rinnovo (€ 150.000+IVA all’anno) sarà a tempo limitato, perché questo tipo di ponte è provvisorio e non è omologato per durare molti anni.

Nessuno dunque ha mai parlato di farlo sparire, semplicemente – e mi sembra doveroso da parte di un’amministrazione seria – in modo trasparente ho spiegato come stanno le cose e quali sono le alternative: continuare a pagare per una situazione provvisoria, trovare svariati milioni di euro per renderlo definitivo o non rinnovare il contratto e accollarsi tutti i costi di smontaggio!”

Share

5 comments
Leave a comment »

  1. forse con 1.000.000 di euro (noleggio+ iva + smontaggi) non dico un ponte intero nuovo, ma una quasi metà poteva essere realizzata! (o altrimenti ristrutturate le Gabelli).

  2. Francesca mi sa che con 1.000.000 di euro in entrambi i casi avresti potuto
    scegliere un progettista ed un’impresa, proporre un progetto (e non cito tutti i vincoli legislativi in merito altrimenti facciamo notte)
    ..ma di realizzato ci sarebbe stato ben poco sai..

  3. Mi pare che non esista una “exit strategy” a buon mercato…
    Mi pare pure pacifico che andrà rinnovato il contratto fino a dopo aver verificato “in vivo” gli effetti della circonvallazione sud…
    Ergo
    C’è tutto il tempo per studiare una soluzione compatibile con l’ambiente, che non penalizzi i residenti oltrepiave e che sia finalmente non più di carattere provvisorio.
    Anche se fosse un nuovo ponte definitivo, teniamo presente che questi sono investimenti a lungo periodo e che in futuro ben difficilmente andremo incontro ad una diminuzione del traffico…

  4. a roberto: non ho i dati esatti e quindi mi esprimo un pò a ricordo, ma un ponte di circa 200 mt costerà all’incirca 2.000.000-2.500.000 di euro, esclusa l’iva se viene tolta per le nuove infrastrutture, la progettazione circa 140.000 euro esclusi i ribassi (spesso elevati), oltre 70.000 altre consulenze. Poi mi piacerebbe sapere a che prezzo lo vendevano il ponte (chi lo noleggia lo vende anche, omologato per un certo numero di anni). Secondo la mia opinione di cittadina, fa bene il dott.Massaro a farsi questi interrogativi, e a farlo pubblicamente, il dubbio infatti che non sia stato proprio un gran affare!

  5. Secondo me, sarebbe un’idea da rendere le piattaforme in noleggio e farne 2 di deffinitive, fare un ponte come nei viadotti delle autostrade o come il ponte degli alpini. Provvisoriamente sarebbe da deviare il traffico sulle strade vecchie facendo i vecchi percorsi sin da quando ero piccolo negli anni 90 entro la fine del termine del tunnel Col Cavalier

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.