Monday, 18 December 2017 - 09:02

E’ targata Lancia Aprilia la 65ma edizione della Coppa d’Oro delle Dolomiti. Giuliano Canè e Lucia Galliani, primi assoluti

Set 2nd, 2012 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

Le Lancia Aprilia protagoniste dell’edizione 2012 della Coppa d’Oro delle Dolomiti. Le anteguerra del 1938 e del 1939 hanno “fatto il pieno” di premi.

Su una Lancia Aprilia del 1938 hanno conquistato la vittoria Giuliano Canè e Lucia Galliani, primi assoluti, e Cristina Meini e Valeria Zacchi, primo equipaggio femminile. Secondo posto, nella classifica generale, per la Lancia Aprilia del 1939 guidata da Ezio Salviato in coppia con la figlia Francesca.

Non è una vettura italiana, ma una bellissima Riley Spryte del 1936, l’auto che con Sergio Sisti al volante e Roberto Gregori come navigatore, chiude il podio con il terzo posto.

Stamattina in Corso Italia i primi 65 classificati hanno partecipato al Trofeo Alte Sfere Heritage by BarkTM , che prevedeva tre prove concatenate di 20”, 7” e 8” su un percorso di 120 metri. Ancora una volta sul gradino più alto del podio la coppia Canè-Galliani, seguita dagli equipaggi Sisti-Gregori e Riboldi-Riboldi su Fiat Morettini 508 S del 1936. L’azienda italiana BarkTM ha premiato le prime 10 posizioni con capi d’alta gamma dell’omonimo marchio.

La cerimonia di premiazione si è tenuta al coperto per paura della pioggia, con i trofei consegnati agli equipaggi vincitori dalle autorità, il prefetto di Belluno Maria Laura Simonetti e il presidente nazionale dell’Aci Angelo Sticchi Damiani.

 

Lancia Aprilia di Canè e Galliani

Ai vincitori Canè-Galliani della scuderia Loro Piana Classic, il prestigioso premio del main sponsor Parmigiani Fleurier, due cronografi Kalpagraphe e, da Roma, la medaglia del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ai primi classificati è andato il Trofeo “Coppa d’Oro delle Dolomiti” (riproduzione della Coppa d’Oro delle Dolomiti creata nel 1947 e depositata presso l’Automobile Club di Belluno) che rimarrà in loro possesso sino alla prossima edizione per essere poi riassegnato; all’eventuale terza vittoria dello stesso pilota, il Trofeo resterà definitivamente in suo possesso.

Le coppe dei secondi classificati sono state offerte dal Museo Mille Miglia e consegnate al team Salviato – Salviato della scuderia Varese Auto Moto Storiche dal Cav. Attilio Camozzi, Vice Presidente del Museo.

La coppia Sisti-Gregori, terza arrivata, ha ricevuto un trofeo d’argento.

Il direttore del Centro Porsche Padova Luigi de Vita Tucci ha premiato l’equipaggio più giovane in gara che, per il secondo anno consecutivo, è stato quello dei fratelli bresciani Pietro e Cesare Foresti di 20 e 16 anni, su Porsche 356 A Speedster del 1955. Porsche Italia ha premiato il miglior equipaggio classificatosi su una vettura Porsche, il team Montevecchi-Mussoni, e il primo equipaggio femminile in classifica Meini-Zacchi con un corso della Porsche Sport Driving School.

La Maison de Champagne Charles Heidsieck ha premiato il 65° equipaggio classificato, i giapponesi Kozuma-Horigome su Fiat 1100/103 E, scuderia ACF Giappone, con un viaggio a Reims per visitare la Maison Charles e il famoso Museo dell’Automobile.

Primo equipaggio straniero, gli olandesi Houtkamp John e Rutger su Jaguar XK 140 OTS Works.

La Loro Piana Classic si è aggiudicata, per il secondo anno consecutivo, la coppa come miglior scuderia grazie alla bravura dei suoi equipaggi.

Ulteriori premi sono andati ai primi conduttori delle categorie DRIVER A, B e C. Premiate anche le prime tre vetture dei raggruppamenti: 1919-1930, 1931-1946 e 1947-1961.

Un riconoscimento alla prima Barchetta classificata: una FIAT Morettini 508 S della scuderia Franciacorta Motori del team bresciano Riboldi-Riboldi.

“Tanti gli inconvenienti causati dalla pioggia, ma nonostante tutto la manifestazione è riuscita perfettamente”, commenta Rossella Labate, Presidente del Comitato Organizzatore. “Il sostegno e il gradimento che gli equipaggi e il pubblico hanno espresso, sono per noi un importante riconoscimento.”

Alte Sfere, società organizzatrice della manifestazione dal 2010 su licenza dell’Automobile club Belluno, ha voluto ringraziare durante le premiazioni finali il Senato della Repubblica per il patrocinio concesso, la Regione Veneto e il suo Presidente Luca Zaia, la Provincia e il Comune di Belluno, insieme al Comune di Cortina d’Ampezzo. Ha inoltre ricordato l’apporto fondamentale delle forze dell’ordine, del direttore di gara e di tutti i commissari sportivi, tecnici e di percorso, impegnati insieme alla società Crono Car Service, responsabile dei rilievi cronometrici.

Ha infine evidenziato l’importanza degli sponsor: Parmigiani Fleurier, Centro Porsche Padova, BarkTM, Charles Heidsieck, Cristallo Hotel Spa & Golf, VP Bank; del main partner Molteni & C. e di tutti i partner tecnici: Beat 37 Communication, FD Rent Service, Gare d’Epoca.com, Jo No Fui, Marchesi Fumanelli, Petruzzi e Branca, Sara Assicurazioni, Zagliani.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.