Monday, 18 December 2017 - 20:36

Antonio Monda con “L’America non esiste” e Marco Albino Ferrari con “Alpi segrete” vincono il Premio Cortina d’Ampezzo 2012

Set 1st, 2012 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

E’ “L’America non esiste”, il romanzo di Antonio Monda, pubblicato da Mondadori, il vincitore della seconda edizione del Premio Cortina d’Ampezzo. E il Premio della Montagna Cortina d’Ampezzo, consegnato ieri nella grande celebrazione cortinese, va a “Alpi segrete” (Laterza), di Marco Albino Ferrari. Il web incorona invece Gianluca Versace, autore di “Il domatore del fuoco” (Mazzanti), che conquista il Premio Internet Cortina d’Ampezzo.

Sono i tre vincitori assoluti del riconoscimento letterario intitolato alla Regina delle Dolomiti, presieduto da Vera Slepoj, organizzato con Francesco Chiamulera. Presidenti delle Giurie, Gian Arturo Ferrari e Arrigo Petacco. I finalisti del Premio erano, nella sezione narrativa italiana, Edoardo Albinati, autore di “Vita e morte di un ingegnere” (Mondadori) e Nadia Scappini, con il romanzo “Le ciliegie sotto il tavolo” (Marietti). Per il Premio della Montagna, Devis Bonanni, autore di “Pecoranera” (Marsilio) e Silvano Faggioni, con “Theodor Christomannos” (Reverdito).

Due giurie di eccellenza hanno lavorato nella mattinata di giovedì, nella splendida cornice del Franceschi Park Hotel per consegnare un risultato non scontato e non preordinato. La prima a riunirsi è stata la giuria del Premio della Montagna, presieduta dallo scrittore e giornalista Arrigo Petacco, con Angela Alberti, Andrea Biavardi Giovanna Martinolli, Milena Milani, Giuliano Pisani, Ennio Rossignoli, la Famiglia Sovilla, Clelia Tabacchi Sabella, Marina Valensise, Marino Zorzato.

Alla fine l’ha spuntata Marco Albino Ferrari. “In una scrittura fluida e piacevole”, si legge nella motivazione, “ALPI SEGRETE di Marco Albino Ferrari dà della montagna una visione ampia e a tratti originale, mostrando attenzione a luoghi remoti e di sconosciuta bellezza, e alla loro vita passata e presente, colta anche in aspetti sociali meno consueti”. Al vincitore una scultura di Maurizio D’Agostini, “Il sogno del poeta”.

Uguale situazione di assoluta incertezza sul nome del vincitore per la riunione della Giuria del Premio Cortina, guidata da Gian Arturo Ferrari, Presidente del Centro per il Libro, con Claudio Brachino, Nadia Fusini, Walter Mariotti, Giacomo Marramao, Mario Mele, Carlo Montanaro, Dino Tabacchi, Alberto Sinigaglia, Giuseppe Zaccaria.

I Giurati hanno premiato infine il romanzo di Antonio Monda, “L’America non esiste”. Nella motivazione si legge: “Il secondo romanzo di Antonio Monda segna una netta discontinuità e, se così si può dire, un netto progresso rispetto al primo. Mentre la prova di esordio, L’assoluzione, si svolgeva tutta sullo scenario dell’interiorità – storia di un’ anima, si potrebbe dire, o, meglio, dei dilemmi di un’ anima – L’America non esiste è un robusto e vastissimo romanzo ove si intrecciano tutti gli ingredienti classici delle storie romanzesche.”

Al vincitore una speciale creazione in oro di Luca Ferrari, della Ferrari Luca Gioielli; e un occhiale in legno realizzato appositamente da Salmoiraghi & Viganò, che reca inciso nella custodia l’incipit del romanzo vincitore.

Ha fatto registrare numeri record – oltre 3.000 voti – il Premio Internet Cortina d’Ampezzo, riconoscimento basato sulla libera scelta degli utenti del web, senza giurie, su www.premiocortina.it, che è andato a maggioranza a Gianluca Versace con “Il domatore del fuoco” (Mazzanti). Al vincitore è andata una speciale opera dell’artista Ferruccio Gard, “Dolomiti cinetiche”.

Dopo la cerimonia di proclamazione la tradizionale cena di gala del Premio, nella splendida cornice dell’Hotel Cortina, affacciato sulla Regina delle Dolomiti.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.