13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 31, 2020
Home Cronaca/Politica Divieto di ritornare a Belluno per tre anni a due parcheggiatori abusivi...

Divieto di ritornare a Belluno per tre anni a due parcheggiatori abusivi stranieri del piazzale dell’Ospedale

Foglio di via con divieto di ritorno a Belluno per anni tre per due parcheggiatori abusivi  che operavano sul piazzale dell’Ospedale San Martino di Belluno. 

L’intervento del questore di Belluno è scaturito dalla segnalazione di alcuni cittadini. Che lamentavano la presenza di stranieri presso il parcheggio dell’ospedale San Martino di Belluno, intenti a chiedere denaro per la loro attività di parcheggiatori, il Questore di Belluno predisponeva dei servizi in abiti civili per accertare quanto segnalato.

Nella mattina del 27 veniva organizzato  un appostamento in abiti civili da parte di personale della Squadra Volanti, che poteva così accertare la presenza di due cittadini extracomunitari E.F. di anni 24, nigeriano, dimorante a Bologna e E.E. di anni 23, nigeriano, dimorante a Conegliano Veneto, entrambi in regola con le norme sul soggiorno, che indicavano agli automobilisti in entrata al parcheggio ospedaliero i posti liberi, per poi, una volta che il conducente si era posizionato nel luogo indicato, avvicinarsi chiedendo denaro in cambio.

Questa attività illecita veniva osservata dagli operatori per alcuni minuti, che potevano ulteriormente verificare come, oltre l’attività sopra descritta, gli stranieri proponevano anche agli automobilisti l’acquisto di alcuni prodotti che estraevano da un borsello ( accendini, calzini e fazzoletti).

Avvicinandosi poi con l’auto di servizio, con targa civile, anche agli uomini della Questura veniva proposto di parcheggiare in un posto indicato in cambio di un’offerta di denaro.

A questo punto, con brutta sorpresa per gli abusivi, gli agenti si qualificavano e contestavano ad entrambi la sanzione amministrativa per l’attività di parcheggiatore abusivo (726,00 euro), la sanzione di 5164,00 euro per il commercio ambulante privo di autorizzazione e procedevano al sequestro amministrativo della merce ( mollette per bucato, fazzoletti da naso, confezioni di calzini, accendini).

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Commercialisti contro le affermazioni di Saviano. Marrone:”Frasi di una gravità assoluta”

“Le affermazioni di Roberto Saviano sono di una gravità assoluta: sostenere che i commercialisti italiani segnalano alla criminalità le aziende in crisi è quanto...

Dal 1° agosto, in tutta Italia, via ai saldi estivi. Zampieri: “Belluno si è sempre espressa per la totale liberalizzazione dei saldi per fronteggiare...

I saldi estivi quest’anno inizieranno il 1° agosto. “Prima dell’emergenza Coronavirus – afferma il presidente di Federazione Moda Italia di Confcommercio Belluno, Vittorio Zampieri -...

Oltre trenta elaborati per il logo del Fondo Welfare. De Biasi: «A breve il vincitore. Una mostra con tutti i lavori»

Partecipazione oltre le attese: sono circa una trentina gli elaborati giunti in Provincia per il concorso di idee per il logo del Fondo Welfare...

Belluno città delle rondini: sparite le associazioni dal progetto  * di Cristiano Fant

Nel giro di pochi giorni quello che sembrava un progetto che coinvolgeva realtà a 360° è diventato un progetto elitario che vede coinvolti Comune...
Share