Sunday, 17 December 2017 - 16:00

Cos’hanno in comune Omero, Giovanni Pascoli e il simbolismo italiano di inizio ‘900? Venerdì al Palazzo delle Poste di Cortina lezione di Giuliano Pisani ad Una Montagna di Libri

Lug 25th, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

A cent’anni dalla scomparsa, che cosa lega Giovanni Pascoli a Omero? Che cos’hanno in comune il mito greco e il Simbolismo italiano di inizio Novecento? Lo racconterà al pubblico cortinese l’esperto del mondo greco e latino Giuliano Pisani, ospite il prossimo venerdì 27 luglio di Una Montagna di Libri, la rassegna di incontri con l’Autore di Cortina d’Ampezzo. La lezione, intitolata “Le Sirene di Pascoli”, si terrà alle ore 18, al Palazzo delle Poste.

«Giovanni Pascoli è il più grande e originale poeta apparso in Italia dopo il Petrarca. Questo sarà riconosciuto quando l’Italia rimuoverà anche le vecchie tavole dei valori poetici». Con queste parole profetiche e acute Gabriele D’Annunzio celebrava Pascoli il 6 aprile del 1912. Sei giorni dopo il poeta si spegneva a Bologna.

Dopo l’avversione fascista, la caramellosità delle scelte antologiche, il giudizio sprezzante della critica militante e ottusa, Pascoli attende di essere apprezzato per quello che è, un poeta geniale, originale e sensibile, precursore e ispiratore della poesia italiana del ‘900. E chi meglio di un esperto quale Giuliano Pisani per condurre un’originale rivisitazione in chiave simbolista di miti e storia dell’antichità classica?

Giuliano Pisani, laureato in Storia greca all’Università degli Studi di Padova con Franco Sartori, è stato ordinario di Lettere Latine e Greche al Liceo Classico “Tito Livio” di Padova fino al 2010. Da anni studioso degli affreschi della Cappella degli Scrovegni, ha pubblicato diversi articoli sull’argomento e il best-seller “I volti segreti di Giotto” (Rizzoli). E’ stato Assessore alla Cultura e alle politiche scolastiche e giovanili della città di Padova.

Il pubblico in sala riceverà copia dei testi poetici che saranno oggetto della lettura e della meditazione.

L’appuntamento con “Le Sirene di Pascoli” è quindi per venerdì 27 luglio, alle ore 18, presso la Sala Cultura del Palazzo delle Poste di Cortina d’Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Save the date. E’ tutto pronto, intanto, per il prossimo appuntamento di Una Montagna di Libri. Sabato 28 luglio 2012, al Cinema Eden, spazio agli autori finalisti del Premio Campiello, in una conversazione condotta da Gennaro Sangiuliano, vicedirettore del TG1 (maggiori dettagli nel prossimo comunicato).

25 luglio 2012

Una Montagna di Libri ha luogo a Cortina d’Ampezzo d’estate e d’inverno, in due edizioni. Con cinquanta incontri annuali, è la manifestazione protagonista della stagione letteraria cortinese. La maggior parte degli incontri si tiene presso lo storico Palazzo delle Poste, a un passo da Corso Italia, l’arteria principale del paese. Alcuni appuntamenti sono organizzati inoltre presso l’Hotel Cortina e il Miramonti Majestic Grand Hotel.

Ospiti della VI Edizione – Estate 2012 sono, tra gli altri, Pietro Citati, Sergio Zavoli, Emilio Giannelli, Paolo Mieli, Stefano Zecchi, Barbara Alberti, Gianni Riotta, Pietrangelo Buttafuoco, Marco Travaglio, Gianluigi Nuzzi, Vera Slepoj, Gennaro Sangiuliano, Carmine Abate, Marcello Fois, Francesca Melandri, Marco Missiroli, Gian Arturo Ferrari, Cesare De Michelis, Antonia Arslan, Marina Valensise, Giovanni Montanaro, Andrea di Robilant, Roberto Cotroneo, Piercamillo Davigo, Giacomo Marramao, Nadia Fusini, Nino Aragno, Giuseppe Zaccaria, Almerina Buzzati, Elisabetta Illy, Red Canzian, Massimo Scattolin, Gianpaolo Romanato, Alberto Sinigaglia, Arrigo Petacco, Mario Baudino, Marisa Fumagalli, Giuliano Pisani, Gian Paolo Prandstraller, Beppe Gioia, Giampiero Beltotto, Antonio Ramenghi, Omar Monestier, Ario Gervasutti, Roberto Mugavero, Gianluca Versace, Gianni Favero, Andrea Franceschi, Giovanna Martinolli, Antonino Di Pietro, Marco Gasparotti, Mariateresa Sponza D’Agnolo, Renea Rocchino Nardari, Vincenzo Agostini, Marco Dibona, Franco Secchieri, Gian Camillo Custoza, Elsa Zardini, Paolo Giacomel, Roberto Pappacena.

Ospiti delle precedenti edizioni della rassegna sono stati, tra gli altri, Kenneth Minogue, Andrea Vitali, Michela Murgia, Marcello Veneziani, Pietrangelo Buttafuoco, Aldo Cazzullo, Andrea Molesini, Mariapia Veladiano, Khaled Fouad Allam, Walter Mariotti, Fausto Arrighi, Stefano Zurlo, Enrico Semprini, Andrea Biavardi, Federico Vecchio, Leonardo Boriani, Vera Schiavazzi, Marisa Zanzotto, Alberto Asor Rosa, Giovanni Sabbatucci, Francesco Pinto, Jas Gawronski, Marina Ripa di Meana, Carlo Ripa di Meana, Maurizio Molinari, Massimo Gramellini, Silvia Ronchey, Giuseppe Scaraffia, Antonello Caporale, Mario Cervi, Angelo Del Boca, Paolo Mereghetti, Rosa Matteucci, Isabella Bossi Fedrigotti, Ferdinando Camon, Sabino Acquaviva, Angiola Tremonti, Pino Aprile, Carlo Montanaro, Luca Barbareschi, Claudio Brachino, Mario Mele, Alberto Mingardi, Luigi Mascheroni, Barbara Benedettelli, Giuliana Lucca, Maria Irma Mariotti, Clelia Tabacchi Sabella, Dino Tabacchi, la Compagnia Ricerca Relativa, Gian Paolo Prandstraller, Ennio Rossignoli, Alberto Moscatelli, Daniele Gobbo, Filippo Rosace, Francesco Vidotto, Giulia Zatti, Giovanni Tirindelli, Alberto Candi, Loris Lancedelli, Carlo Paolazzi, Leone Rosato, Antonio Chiades, Ivo Rossi, Siobhan Nash-Marshall, Marino Zorzato, Carmine Donzelli, Giuseppe Ferrauto, Romolo Bugaro, Vincenzo Galluzzo, Camillo Langone, Gianluca Amadori, Cinzia Ghedina, Michele Da Pozzo, Riccardo Franco Levi, Federico Eichberg, Fabio C. Fioravanzi, Sandro Cappelletto, Luigi Bacialli, Emilio Randon, Gianluca Salvagno, Alessandro Zuin, Dario Fertilio, Francesco Durante, Sara D’Ascenzo, Carlo Simoni, Elena Randi, Gina Zanon, Tommaso Grandi, Riccardo Favero, Alessandra Cusinato, Olga Riva Piller, Ernesto Majoni.

La manifestazione è realizzata in convenzione con il Comune di Cortina d’Ampezzo, gode del sostegno di Regione Veneto e Comune di Cortina e del patrocinio della Provincia di Belluno. Presidenti Onorari della rassegna sono Vera Slepoj e Alberto Sinigaglia. Responsabile è Francesco Chiamulera.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.