Monday, 16 December 2019 - 05:08
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

“I promessi sposi” da Alessandro Manzoni diretto e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory per la prima volta in scena a Cortina

Lug 22nd, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Prima Pagina

Da sempre Cortina è molto attenta alla cultura e in particolar modo ai libri e alla letteratura per questo non poteva mancare questo spettacolo dedicato ai Promessi sposi manzoniani, un progetto nato nel 2011 in occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Spettacolo che sta girando il mondo e in agosto sarà in tour in Australia.

Mercoledì 25 luglio 2012 andrà in scena la performing arts I promessi sposi diretta e interpretata da Massimiliano Finazzer Flory presso il Miramonti Majestic Grand Hotel di Cortina d’Ampezzo alle ore 21.30. In scena con Finazzer Flory ci sarà Ghislaine Valeriani prima ballerina del Corpo di Ballo dell’Arena di Verona accompagnata dal pianista Stefano Salvatori del Teatro alla Scala che eseguirà musiche di Verdi, Mascagni, Bellini, Paganini, Berio, Rota.

Lo spettacolo rappresenta quell’identità italiana frutto di un popolo capace di restituire alla storia una cultura condivisa, uno spettacolo per dire qualcosa di umile ai dotti e qualcosa di dotto agli umili.

La messa in scena de I promessi sposi è una proposta di matrimonio tra cultura e società attraverso un libro che è una vera e propria bibbia laica qui rappresentata attraverso l’unione di parola orale e scritta, musica classica e danza contemporanea, letteratura e teatro.

Uno spettacolo che è il tributo alla potenza poetica di un linguaggio capace di essere un motore di ricerca e di identità universale che guardano e uniscono le persone, i luoghi e le culture.

In scena i capitoli I, VI, VIII, XII, XXI, XXXIV e XXXVIII. Per offrire una duplice sfida. Anzitutto quella di far “sfilare” personaggi come Don Abbondio e i bravi, Don Rodrigo, Fra Cristoforo, Lucia, l’Innominato, Renzo e il popolo come figure shakespeariane, quasi ognuna dovesse duellare prima di tutto con se stessa. La seconda sfida intende, invece, mettere in luce in che modo la lingua di Manzoni, anche senza l’intervento della Provvidenza, continui a essere, oggi più che mai, polifonica, polemica e poetica, incredibilmente contemporanea, teatrale. Per ritrovare, così, fra musica, danza e parola il filo rosso dell’opera che risiede nello sguardo – partecipe e impietoso -con il quale lo scrittore osserva l’uomo, nella sua metamorfosi da individuo a folla, e quanto la storia di ognuno sia parte, consapevole o no, della storia di tutti.

 

Martedì 24 luglio’12 ore 21.30 – Sala Quattro Colonne

Quale futuro per la cultura in Italia? Intervengono: Massimiliano Finazzer Flory attore e regista; Jeffrey Swann Direttore Artistico Festival Dino Ciani

Mercoledì 25 luglio ’12 ore 21.30 – Sala Caminetto

I promessi sposi da Alessandro Manzoni versione dello spettacolo dedicata a Cortina d’Ampezzo diretta e interpretata da Massimiliano Finazzer Flory, coreografie di Ghislaine Valeriani prima ballerina del Corpo di Ballo dell’Arena di Verona, musiche di G. Verdi, P. Mascagni, V. Bellini, N. Paganini, L. Berio, N. Rota eseguite al pianoforte dal Maestro Stefano Salvatori. Durata: 75 minuti circa

Entrambi gli eventi sono ad INGRESSO LIBERO

 

Share

Comments are closed.