Tuesday, 21 January 2020 - 02:00
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Alternative all’aborto. Laroni (Pdl): “Anacronistica guerra tra guelfi e ghibellini. E’ una legge dello stato e va applicata”

Lug 19th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore, Sanità

 

Nereo Laroni

“Trovo anacronistico riaprire guerre fra guelfi e ghibellini a trent’anni dall’approvazione delle legge sull’aborto. E’ una legge dello Stato che va applicata, semmai occorre apportare quei correttivi necessari modifiche per garantire la sua applicazione”

A dirlo è Nereo Laroni (Pdl), presidente della Commissione rapporti comunitari e relazioni internazionali, a margine della discussione in Consiglio regionale della proposta di legge di iniziativa popolare per attuare nuove iniziative mirate all’informazione sulle possibili alternative all’aborto all’interno degli ospedali, degli ambulatori e dei consultori.

Laroni si concentra su un altro punto: “Io rispetto l’obiezione di coscienza dei medici però la legge 194 deve essere resa praticabile laddove abbiamo un’alta concentrazione di medici obiettori di coscienza. In questi casi dobbiamo trovare dei medici in grado di garantire l’operatività della normativa nazionale e dare così una risposta alle donne che si rivolgono alle strutture”.

“Tutto il resto è una discussione fuori tempo, un qualcosa che non è legato alla contingenza. Credo che un’Istituzione – dopo che una legge è stata approvata – sia tenuta ad attuarla al di là delle singole posizioni”, conclude Laroni. “Ricordo anche che la 194 è una legge che ha funzionato bene e che ha portato a un dimezzamento delle interruzioni di gravidanza”.

Share

Comments are closed.