Friday, 17 January 2020 - 17:51
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Operazione dragone: chiuso un centro massaggi cinese per favoreggiamento della prostituzione

Lug 5th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Anche la Squadra Mobile della Questura di Belluno ha partecipato all’operazione “Progetto Dragone”, coordinata, a livello nazionale, dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e finalizzata a monitorare, sull’intero territorio italiano, le attività illecite eventualmente poste in essere da cittadini di origine cinese.

Il progetto si è sviluppato dal 1° marzo al 30 giugno 2012.  Al termine dell’attività investigativa coordinata dalla locale Procura della Repubblica, la Squadra Mobile di Belluno lo scorso I° giugno, ha proceduto all’esecuzione dell’Ordinanza di applicazione della misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Belluno a carico di J. J., nato nella Repubblica Popolare Cinese, di anni 46, titolare di un centro benessere massaggi orientali sito in questo capoluogo, per aver favorito la prostituzione di ragazze di origini cinesi, le quali intrattenevano, previa corresponsione di denaro, sia rapporti sessuali che atti sessuali finalizzati allo stesso scopo, con i clienti del centro stesso.

Con la collaborazione del locale Ufficio Immigrazione e di personale dell’Ufficio Provinciale del Lavoro, inoltre, sono state controllate alcune attività commerciali, senza che emergessero violazioni di natura penale, e sono state controllate 75 persone della stessa nazionalità.

 

Share

Comments are closed.