Friday, 6 December 2019 - 05:07
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Fuga dal Veneto. Il Comitato referendario di Rocca Pietore ha depositato 320 firme per l’annessione al Trentino Alto – Adige

Lug 3rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

In linea con i comitati referendari di Falcade e Canale d’Agordo, Rocca Pietore ha depositato lunedì mattina in municipio le 320 firme di richiesta popolare per l’indizione di referendum per l’annessione del comune alla Regione Trentino Alto Adige.

«A giorni anche Feltre e Gosaldo depositeranno l’analoga richiesta, e a breve ci sarà il sostegno dei comitati di Vallada Taibon e Cencenighe. – spiega Daniel Sirena del Comitato referendario Rocca Pietore – La coesione che si sta creando tra i comitati referendari, è la risposta ai disagi di una provincia montana da troppo tempo abbandonata a se stessa.

Si sta creando una reazione a catena a sostegno di una protesta democratica che dà voce a chi si vede privare dei servizi essenziali (sanità, trasporti, sevizi postali, investimenti nel turismo etc.)

e quindi delle prospettive indispensabili per poter vivere e salvaguardare la montagna.

Anche se salvi dal diventare colonia irrilevante della provincia di Treviso – prosegue Sirena – a poco servirà avere un organo provinciale al pari di una comunità montana.

Non ce ne vogliano gli amici della Marca ma abbiamo bisogno di politiche mirate alla tutela della montagna.

Sappada è in fuga verso il Friuli, l’Agordino e Feltre guardano a Trento, quanto tempo ci vorrà perché chi di dovere intervenga?

Quello che chiediamo – conclude il portavoce del Comitato – e di poter gestire e tutelare autonomamente l’enorme potenziale di risorse che Belluno ha a disposizione, dal patrimonio turistico a quello industriale, da quello paesaggistico a quello storico-culturale nel contesto di una macro regione alpina come auspicato nei recenti accordi tra PATT e BARD».

Share

Comments are closed.