Friday, 17 January 2020 - 17:29
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Diretta del Consiglio Comunale, lo streaming andrà a regime: il Comune deve raggiungere tutti. Valentina Tomasi: “Vorremmo rendere le sedute del Consiglio comunale un appuntamento atteso e vissuto dai bellunesi”.

Lug 3rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

Valentina Tomasi, assessore

Riunione oggi a Palazzo Rosso, dove l’assessore Valentina Tomasi ha incontrato gli uffici competenti, relativamente alla diretta via web del consiglio comunale.

Il progetto è di lunga data e nella sua versione più completa – cablaggio totale della sala e acquisto di apparecchiature sofisticate – era rimasto vittima dei tagli di bilancio.

L’esperienza è ripresa con l’ultimo Consiglio, trasmesso su Youtube utilizzando una tecnologia più semplice e immediata che ha tuttavia presentato alcune criticità, soprattutto in termini di audio.

“Noi vogliamo proseguire su questa strada” – commenta l’assessore Tomasi – “cercheremo di perfezionare la diretta pur con stanziamenti minimi, nella convinzione che la trasparenza e l’inclusione siano la strada da percorrere, e anche alla luce delle recenti mozioni dei consiglieri del Movimento 5 Stelle. Il Consiglio comunale è il luogo dove si prendono le decisioni importanti per la città, ad esempio il bilancio, e i cittadini devono avere la possibilità di vedere e sentire cosa succede a Palazzo rosso. E’ il principio sacrosanto di partecipazione: non basta andare a votare, un cittadino consapevole segue e verifica l’operato dei consiglieri. Per questo stanzieremo delle risorse per affinare il sistema, prima di tutto migliorando l’audio. A piccoli passi, ma con costanza, vorremmo rendere le sedute del Consiglio comunale un appuntamento atteso e vissuto dai bellunesi”.

Share

7 comments
Leave a comment »

  1. In attesa dei miglioramenti tecnologici i consiglieri e la giunta dovranno cercare di essere più disciplinati cercando di non parlare e/o rumoreggiare durante gli interventi dei colleghi; inoltre ,chi cura la regia dovrà stare più attento alla gestione del microfono cercando di isolare al massimo i rumori ambientali.

  2. Beh, la città però non può fermarsi perché c’è il consiglio comunale! C’è anche chi lavora, per fortuna!

  3. Lino, hai indubbiamente un prezioso talento: sei riuscito nella mirabile impresa di concentrare in così poche parole tutti i luoghi comuni del qualunquismo. Complimenti!
    Ben venga invece ogni intervento in direzione di una maggiore trasparenza. Avanti così.

  4. Probabilmente il sig. Lino non conosce bene il funzionamento di tale tecnologia, oltre alla “diretta” la seduta è rivedibile in ogni momento.Perciò proprio perchè c’è chi lavora ,ma è anche interessato a verificare il comportamento e le scelte dei suoi rappresentanti, si può vedere il suo “bel consiglio comunale” al posto della dose serale di televisione.

  5. Secondo voi quanti cittadini, dopo una giornata di lavoro, sono disposti a passare la serata e la nottata in compagnia della registrazione del consiglio comunale?!

  6. Stefano, se volessi vedere i primi minuti dell’ultimo consiglio comunale, su che sito dovrei andare?

  7. Alba silente, un po’ di rispetto. Grazie.