Wednesday, 11 December 2019 - 16:00
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Teatro comunale. Tib Teatro consegna le chiavi e annuncia licenziamenti

Lug 2nd, 2012 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Daniela Nicosia direttore artistico Tib Teatro

“Abbiamo consegnato questa mattina 2 luglio ore 11.00 le chiavi del Teatro Comunale nelle mani del Sindaco di Belluno, riponendo piena fiducia nella sua Amministrazione e augurandoci che essa si faccia promotrice di un nuovo modello di gestione di questo spazio pubblico che, facendo riferimento alle esperienze già diffuse a livello nazionale, e alla legislazione per lo spettacolo dal vivo, e avvalendosi delle professionalità presenti a livello locale, sappia dar vita per il Teatro di Belluno ad un sistema di regole, che valorizzi i soggetti territoriali, affidando ruoli in base a criteri di professionalità, competenze, merito”. Lo afferma in una nota stampa Tib Teatro, la cooperativa che in questi anni ha assicurato i servizi tecnici oltre che le stagioni teatrali.

“Siamo sconcertati inoltre per aver appreso, dopo l’ulteriore consegna delle chiavi alle 14.00 alla Fondazione di Celeste Levis che ce le aveva richieste, dell’annunciata chiusura del Teatro Comunale, da vent’anni non è mai successo, è sempre stato aperto a tutti, ora è chiuso a tutti! E pensare che stavamo lavorando ad una iniziativa che volevamo proporre proprio nel corso di questo mese, coinvolgendo i musicisti bellunesi per una serata non stop, a favore dei terremotati dell’Emilia.

Siamo molto preoccupati per la situazione complessiva del Teatro bellunese e per quella del Tib perché, se questa Fondazione, assai sollecita nel togliere il lavoro, assai meno nel pagarlo, continua a non onorare i suoi debiti (permane infatti la grave situazione creditoria nei nostri confronti e non ci hanno pagato nemmeno le fatture per le pulizie del teatro da noi svolte su loro richiesta da febbraio ad oggi), anche alla luce dell’interruzione del contratto per i servizi tecnici del Comunale, di fatto saremo costretti a licenziare i nostri lavoratori”.

 

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. Sono sconcertata, addolorata, e lasciatemelo dire, indignata. Solo in Italia può accadere che gli interessi politici o il bisogno di consenso costringano una realtà di grande professionalità, unica sul suo territorio nel suo genere, ed inoltre produttiva ed efficiente come il TIB, a licenziare i suoi lavoratori. Tutta la mia solidarietà e stima a questa coraggiosa ed importante cooperativa del panorama teatrale italiano.

  2. E il sindaco Massaro cosa fa?

  3. Nulla vieterà alla Tib di concorrere alla gara per i servizi tecnici e magari di vincerla, visto che possiede tutte le caratteristiche, nella più completa trasparenza e finalmente non ci saranno più illazioni che danneggiano l’immagine sia della Tib che della Fondazione.
    Sicuramente presto verranno concesse loro le date per le proprie attività, come succederà per le altre associazioni locali, che ancora non hanno nulla in mano di ufficiale.

    Lasciando perdere la politica e quant’altro, la consegna delle chiavi per Mangheras suppongo sia stato emotivamente un gesto forte, considerando che per così tanti anni si è dedicato alla cultura bellunese e il Teatro Comunale ormai era una seconda casa.

  4. un punto di vista sulla Fondazione Teatri delle Dolomiti dopo la giornata di ieri http://bellunopiu.it/?p=2415