Saturday, 7 December 2019 - 18:09
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Cortina: via il tendone di “CortinaIncontra”. Franceschi: “doveva essere una struttura provvisoria ed era diventata fissa”

Giu 29th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Il tendone situato in zona stazione verrà rimosso durante il mese di luglio, liberando l’area da quella che doveva essere una struttura provvisoria e che come spesso accade in Italia si è trasformata in qualcosa di fisso”. Lo afferma il sindaco di Cortina d’Ampezzo Andrea Franceschi, che precisa “la cultura a Cortina si farà all’Alexander Girardi Hall, spazio da quasi 700 posti a sedere che in questo modo verà finalmente valorizzato! Per il tendone ci sono 3 ipotesi:

1) spostarlo nella zona di Fiames; 2) venderlo a qualche Comune della zona che fosse interessato (due sindaci si sono già fatti avanti); 3) regalarlo a qualche Comune emiliano che ne avesse bisogno. Decideremo nelle prossime due settimane.

Se volete dire la vostra – conclude il sindaco –  i consigli e i suggerimenti sono ben accetti!”

Share

9 comments
Leave a comment »

  1. Proprio una bella idea.. perchè non li facciamo in un luogo un po’ più fuori mano gli eventi?

  2. oltre al danno anche la beffa! il sindaco Franceschi vuole proprio disfarsi di una delle poche cose che arricchiva culturalmente una città che ora rischia di offrire esclusivamente ciò che ogni altra località di turismo alpino offre…. che stupidaggine spostare Cortina incontra a Roma, un vero peccato!

  3. Ciao a tutti! Cercavo news sulle mie prossime vacanze a Cortina e scopro che Cortina Incontra non ci sarà più e non solo stanno addirittura smontando tutto! Allora è una decisione definitiva??

  4. @Eloisa ciao! a quanto pare sì! tutto definitivo anche perchè dopo le parole di Andrea Franceschi dubito che ci sia la volontà da parte dell’amministrazione locale di preservare la manifestazione… Sarà un agosto triste per Cortina!!!
    @Anna credo che stiano pensando di fare gli eventi sulle piste sciistiche.. dicono che siano comode per certe manifestazioni…dicono eh! sindaco ma perchè vuole spostare la cultura al Girardi????? non è che sotto sotto ha qualche interesse????

  5. Wow proprio una bella idea!
    L’Alexander Girardi Hall trovo che non sia proprio il posto ideale per gli incontri! Non è in centro e nemmeno di passaggio!
    Complimenti Sindaco! Di male in peggio!

  6. Un sindaco con degli interessi nascosti?!….ma no dai….impossibile!! Intanto per sicurezza lui spara a zero e offende la manifestazione Cortina Incontra, tutte le aziende che ci partecipano, gli ospiti che gli hanno fatto l’ONORE di partecipare (ricordando che anche lui è salito su quel palco!!!), senza ricordare che per dieci anni hanno tutti partecipato ad arricchire la città culturalmente ed economicamente.
    “I consigli e i suggerimenti sono ben accetti!”…bene smetta di essere incoerente e di rasentare il ridicolo e pensi prima alla cultura che ai suoi interessi. I consigli poteva chiederli anche prima di fare quell’assurda uscita.
    @Delf ma seriamente?! no perchè a questo punto possiamo organizzare qualcosa anche ad un centinaio di metri in fondo al mare!

  7. booom! perchè non realizzare una località balneare ad alta quota? completa di palme e lettini da spiaggia? Cortina aveva conservato un certo livello culturale che prescindeva dal passaggio di vip stelle e stelline… ora togliamo anche il salotto e i dibattiti di attualità…lasciamo la città alla sfilata dei profughi del billionaire!!! avanti così!

  8. @Delf grazie dell’informazione! Ma pensa, è assurdo ero straconvinta che ormai fosse in programma come sempre. E poi questa posizione del sindaco è davvero strana anche perché l’evento dava tanto a Cortina, credetemi c’era sempre la fila!!

  9. Bravo Sindaco, prenda in mano la situazione e non subisca i “poteri romani” che finora hanno condizionato anche la cultura.
    Cortina, se vuole, saprà senz’altro farsi valere a prescindere dai vari Cisnetto.
    Ciò nonostante un po’ di bagno di umiltà ci vuole per i cortinesi, che finora si erano sempre sentiti i padroni della provincia.
    Per il tendone propongo di donarlo ad un Comune della sfortunata Emilia, se serve e sarà utilizzato. La solidarietà deve prevalere su altri interessi e/o motivazioni.