13.9 C
Belluno
sabato, Agosto 15, 2020
Home Cronaca/Politica Cgil, Cisl, Uil e Consorzio comuni Bim Piave sottoscrivono un protocollo per...

Cgil, Cisl, Uil e Consorzio comuni Bim Piave sottoscrivono un protocollo per affrontare la crisi

In una fase difficile come quella che sta vivendo il tessuto sociale, economico ed istituzionale del territorio, CGIL, CISL, UIL ed il Consorzio Comuni BIM Piave valutano opportuno avviare una concertazione territoriale al fine di condividere obiettivi utili alla promozione sociale ed economica del territorio, determinare linee prioritarie verso le quali indirizzare progettualità e risorse, nonché ricercare possibili risposte al crescente disagio.

In tale ottica, oggi, venerdì 29 giugno 2012, i Segretari provinciali Ludovico Bellini, Anna Orsini e Carlo Viel ed il Presidente Giovanni Piccoli hanno sottoscritto un protocollo presso la sede del Consorzio dei Comuni bellunesi.

In particolare, le Organizzazioni Sindacati ed il Consorzio concordano sulla necessità di attivare, anche in concerto con altre istituzioni e forze sociali in Provincia, un fondo permanente di solidarietà con l’obiettivo di sostenere persone e famiglie in difficoltà economica.

Ritenendo importante che l’iniziativa diventi progetto del territorio, in modo da essere efficacemente sostenuta ed in modo da poter essere promossa in tutti gli ambiti di lavoro pubblico e privato e nei diversi contesti associativi, concordano nell’attivare un tavolo di lavoro per rendere operativo il progetto e verificare le possibili adesioni.

CGIL, CISL, UIL ed il Consorzio Comuni BIM Piave ritengono inoltre opportuno mantenere il confronto sui temi economico/sociali e politico/istituzionali per verificare la possibilità di:

1) costituire, in collaborazione con Provincia, un gruppo di lavoro che realizzi progetti per favorire la collocazione dei lavoratori espulsi dal mercato del lavoro, accedendo ai finanziamenti comunitari;

2) promuovere, in sinergia con Enti pubblici e soggetti privati, iniziative di studio e ricerca utili per lo sviluppo sociale ed economico del territorio e per la crescita dell’autoimprenditorialità, anche al fine di individuare e valorizzare i possibili fattori di competitività del territorio;

3) costituire un tavolo di lavoro con le parti sociali e le Pubbliche Amministrazioni locali con l’obiettivo di perseguire la semplificazione, lo snellimento e la velocizzazione delle procedure burocratiche amministrative per imprese e cittadini;

4) sostenere i processi di riorganizzazione dei livelli di rappresentanza politico-istituzionale e l’accorpamento dei servizi a livello sovra comunale;

5) orientare la progettazione condivisa dei Comuni per l’accesso alle risorse di fondi europei, nazionali, regionali o di altri soggetti, privilegiando interventi che favoriscano la crescita dell’intero territorio provinciale.

Data l’urgenza di trattare i temi oggetto del protocollo, le parti firmatarie hanno già fissato per i prossimi giorni i primi incontri del tavolo di lavoro appena costituito.

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Interventi di soccorso a Ferragosto

Cortina d'Ampezzo (BL), 15 - 08 - 20   Verso le 11.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato sul Primo Spigolo della...

Emergenza Covid, aggiornamento di Ferragosto

Due nuove positività nelle ultime 24 ore, entrambe relative a giovani villeggianti nell’area Dolomitica ma residenti fuori provincia. La prima positività è stata individuata in...

Ancora senza esito le ricerche dell’escursionista romano scomparso ieri nelle acque delle cascate di Fanes

Cortina d'Ampezzo (BL), 15 - 08 - 20 Sono purtroppo ancora senza esito le ricerche dell'escursionista romano scomparso ieri nelle acque delle Cascate di Fanes,...

Ferragosto e dintorni: domenica 16 agosto concerto dei “Non voglio che Clara” al Fulcis di Belluno

Saranno i "Non voglio che Clara" i protagonisti della serata di domenica 16 agosto, per la rassegna "Ferragosto e dintorni". Alle 20.45, nella core di...
Share