Friday, 6 December 2019 - 03:20
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

CortinaIncontra addio. Ma è davvero un dramma? Franceschi “E’ finita un’epoca, quella dell’eccesso e dell’apparenza”

Giu 23rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

«Siamo sicuri che sia un dramma?» A chiederselo è il sindaco di Cortina d’Ampezzo Andrea Franceschi, che affida alle pagine di Facebook la sua impietosa analisi sulla vicenda di CortinaIncontra, la passerella estiva dei vip e politici che quest’anno non si farà per mancanza di sponsor. «Nel 2009 Cortina ha chiuso con Lele Mora e il suo circo – scrive il sindaco – (e intanto la sua querela nei miei confronti è sempre in piedi). Lo scorso Natale c’è stato l’ultimo cinepanettone. Da quest’anno non ci sarà più la passerella dei politici al PalaAudi. Siamo sicuri che sia un dramma? E’ finita un’epoca. Quella dell’eccesso, dell’apparenza ad ogni costo, in alcuni casi della cafonaggine e della maleducazione… Dobbiamo ammettere che forse per un periodo ci ha fatto comodo avere in casa nostra un certo “mondo” che ostentava lo status quo – pecunia non olet -, ma non era quella la vocazione del nostro paese e alla fine i nodi sono venuti al pettine. Per fortuna aggiungo io. Adesso dobbiamo ritornare ai valori piu’ sani e genuini… possiamo e dobbiamo lavorare tutti insieme per tornare ad avere una Cortina più elegante, piu’ rispettosa, piu’ sobria…Una Cortina che privilegi l’essere all’apparire. Una Cortina piu’ vera. La Cortina dei Montanelli e dei Buzzati tanto per intenderci… Adesso si volta pagina e si va avanti senza paura e con convinzione».

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Condivido le parole di Adrea Fanceschi. Non è un male se il circo della politica torna nel suo tendone naturale della capitale e se a prevalere sarà lo spirito della montagna , se a risuonare saranno le poche e sobrie parole dei protagonisti della storia dell’alpinismo che hanno dato a Cortina l’anima che la rende unica.
    Bene ha fatto Adrea a citare Buzzati e Montanelli, borghesi che hanno conservato, fino all fine , quello stile severo e sobrio che dobbiamo recuperare insieme con il senso del dovere e la capacitá di impegnarsi che , unita ad una ben definita scala di valori intangibili, ha saputo essere protagonista della ricostruzione postbellica . Serve una stagione dell’essere che deve sostituire il berciare fastidioso di una classe politica indecente che ci auguriamo possa essere alla sua ultima stagione.
    Bravo Andrea!

  2. Penso che il Sindaco abbia proprio ragione.
    Resta il fatto che la manifestazione CortinaIncontra era una manifestazione interessante, spero tanto venga sostituita da un’altra altrettanto culturalmente valida.