Saturday, 7 December 2019 - 19:39
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Feltre presente al Palio Solidale di Ferrara di domenica scorsa

Giu 22nd, 2012 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

Il Palio di Feltre ha partecipato, domenica scorsa, 17 giugno, al Palio di Ferrara il più antico Palio del Mondo, ribattezzato, dopo i terribili e recenti terremoti che hanno devastato l’Emilia Romagna, Palio Solidale, con una delegazione tra le più numerose delle tantissime accorse da tutta Italia.

La delegazione feltrina è stata ricevuta dal sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani e dal presidente dell’Ente Palio Vainer Merighi, e ha sfilato per le vie del centro storico e nella splendida piazza Ariostea dove si è disputato il palio della città estense.

Il Palio di Feltre, con i suoi numerosissimi partecipanti tra portainsegne, tamburini, figuranti, sbandieratori, e maestri di campo, si è distinto tra i Palii maggiormente rappresentati presenti al Palio di Ferrara.

Oltre venti le delegazioni di Palii e Giostre che, in costume, hanno sfilato attraversando il centro storico di Ferrara per giungere in Piazza Ariostea. Quasi settecento i partecipanti dei tanti Palii e delle Giostre che, da tutta Italia, sono accorsi al richiamo lanciato all’unisono dal sindaco di Ferrara, avv. Tiziano Tagliani, e dal presidente dell’Ente Palio di Ferrara, dott. Vainer Merighi.

La delegazione feltrina, capitanata da Alfonso Sampieri, responsabile tecnico Area Pra’ del Moro. è partita domenica mattina alla volta della città romagnola. “Splendida l’accoglienza che l’Ente Palio e il Comune di Ferrara, con i volontari delle otto contrade cittadine, hanno riservato ai propri ospiti Un‘organizzazione perfetta, senza sbavature”, evidenzia Sampieri.

La delegazione feltrina è stata ricevuta nel palazzo municipale dal Sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani e dal presidente dell’Ente Palio di Ferrara, Vainer Merighi. A rappresentare il Palio dei Quindici Ducati, nell’incontro istituzionale, il presidente Stefano Antonetti, impegnato all’estero, ha delegato il portavoce, Giovanna Galifi, che ha portato il saluto e manifestato la vicinanza e solidarietà dell’intera città di Feltre agli amici di Ferrara.

“Questo – ha detto il sindaco di Ferrara – è un Palio pensato, meditato. Ci siamo chiesti a lungo se fosse o meno il caso di far svolgere questa edizione del Palio. Poi abbiamo deciso che sì, era da fare. Per dimostrare che dobbiamo e possiamo tornare a vivere. Perché Ferrara e con Ferrara tutta l’Emilia è ancora viva, è ancora in piedi, ed è pronta sin da subito a ripartire.”

Due i cortei che, dopo la cerimonia nel Palazzo Municipale, hanno sfilato lungo la città. Al corteo in costume si è affiancato quello dei rappresentanti delle tantissime Amministrazioni Comunali che hanno voluto essere presenti.

“Disputare un Palio, come quello di Ferrara, può divenire occasione per trovare la forza e il coraggio, per tornare a vivere anche laddove è passata la morte. E se si è in tanti, uniti, la forza è maggiore. Per questo il Palio di Feltre ha voluto essere a Ferrara”, commenta il Presidente Stefano Antonetti.

“Aver partecipato al Palio Solidale – continua Antonetti – non basta. Per ricostruire serve un impegno concreto.

A Ferrara è stato aperto un conto corrente S.O.S. Terremoto: questi gli estremi del conto su cui effettuare le donazioni: IT 26 K 06155 13015 000003204201 – CARIFE SPA UFFICIO ENTI PUBBLICI – VIA CAIROLI 14 – CAUSALE : “EMERGENZA TERREMOTO FERRARA”. Invito tutti coloro che lo desiderassero a contribuire con una donazione”.

Ovunque, tra i sorrisi dei tanti contradaioli della città estense, domenica, si leggeva la voglia di ricominciare, di ricostruire. E non solo in senso metaforico. Perché di ricostruire, a Ferrara, così come in tanti comuni devastati dal terremoto, c’è davvero bisogno. Il Palio Solidale continua.

nella foto il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, con la delegata del presidente Antonetti, Giovanna Galifi

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Ciao Giovanna,
    ti posso contattare ?
    Saluti,
    Davide