Saturday, 7 December 2019 - 08:33
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Sotto la pioggia il Motoraid del Cadore e della Carnia.

Giu 13th, 2012 | By | Category: Prima Pagina, Sport, tempo libero

Dopo la prima prova del Campionato Motoraid VENETO e ALPE ADRIA – 2012 sotto il diluvio dalla partenza all’arrivo, disputata il mese scorso a Padova con il MOTORAID DELLA RIVIERA DEL BRENTA vinto dal Bellunese di Livinallongo Fabio DELLA VEDOVA con la Kawasaki 1300 sul portacolori del Moto club DUE RUOTE CLASSICHE DI PADOVA Marco VETTORE, su Yamaha 550 e andata in onda la replica per la seconda prova nel CADORE e CARNIA del weekend del 9-10 giugno con lo stesso copione, acqua a catinelle su e giù per le montagne del VENETO e del FRIULI. Con base a LORENZAGO DI CADORE (BL) dove qualcuno dei motociclisti è arrivato il sabato pomeriggio partecipando alla posa del cippo alla Memoria del Pres. Onorario del Moto Club Mario BERLOSE sul Passo della Mauria, gli altri pochissimi, una decina che ha sfidato le intemperie sono giunti la domenica per fare la prova regolaristica; altrettanti hanno partecipato al MOTOGIRO, ma fermandosi e rimanendo ad aspettare i temerari regolaristi all’albergo dove era disposto il pranzo e la chiusura dell’evento. Il punto di ritrovo per la segreteria e le iscrizioni era posto presso l’HOTEL TRIESTE, mentre le partenze hanno avuto regolarmente luogo dal piazzale delle Scuole di Viale Vittoria dalle ore 10.00 alle ore 10,30 ogni 60 sec. per non ostacolare la processione del Corpus Domini che nel paesino montano addobbato a festa era programmata, seguiti poi dal ridotto gruppetto di motociclisti per il MOTOGIRO, poi rientrati anzitempo per il diluvio. Il percorso di poco più di 90 km verso Vigo di Cadore e Laggio poi la salita attraverso verso Sella CIAMPIGOTTO – Casera RAZZO –per scendere a SAURIS –con sosta e prova nonché la degustazione del prosciutto locale, quindi salita al Passo PURA per scendere a- FORNI DI SOPRA e infine il transito al Passo della MAURIA prima del ritorno a LORENZAGO. Cinque i punti di Controllo di Transito, a Timbro e Orari di precisione nel tempo imposto dalla Tabella di Marcia individuale alla velocità media prestabilita.sulle strade e boschi del Papa Paolo.Il capofila del campionato, già 5 volte CAMPIONE ITALIANO della disciplina regolarisitca del MOTORAID per la classe Vintage (moto dal 1969 al 1991), Fabio Della Vedova, ha fatto replica della 1^ relegando a 39 punti il diretto rivale Marco VETTORE del M.C.2 RUOTE CLASSICHE su Honda CB 500 , che veniva dal 2° posto assoluto al MOTOGIRO D’ITALIA e ancora terzo il pluricampione del MOTO CLUB SPINEA – Luciano ALESSANDRIN con la MORINI , appena sotto del podio Franco POSSAMAI del Vespa Club Dolomiti su Honda 350 Four e Luciano NALETTO del M.C. Spinea su Morini rientrato alle prove. Bene anche i nuovi centauri che si avvicinano alla disciplina che rispondono al nome di Lorenzo BORTOLETTO su Kawasaki 650 KL, Fabrizio Baldanello su Morini 350 e anche dai reduci del Motogiro d’Italia sfortunati al debutto della classica di Motoraid d’Epoca della settimana scorsa. Massimo BREDA con la Java 350 e Marco GOLFI con Lambretta. -La vicinanza delle prove nazionali se non la coincidenza con altre gare e manifestazioni motociclistiche er il fine settimana e le proibitive condizioni meteo hanno di fatto ridotto le prevista partecipazione dei centauri alla prova del MOTORAID, ma gli organizzatori MOTO CLUB SPINEA-VE e MOTO CLUB 2 RUOTE CLASSICHE-PD contavano nella partecipazione dei motociclisti anche per il MOTOGIRO, che sulle stesse strade sarebbero transitato turisticamente con i soli timbri di passaggio senza precisi vincoli di orario, venuta meno.

La iniziativa promossa con la collaborazione del Comune e della pro Loco di Lorenzago Di Cadore è arrivata anche in un momento difficile di mercato del settore, per gli appassionati di moto, per il terremoto che ha letteralmente bloccato i centauri del nord Italia e ci mancava la scossa del venerdì pre gara proprio nel bellunese e Pordenonese . In merito a quest’ultimo gli organizzatori, pur in mille difficoltà per la mancanza di Supporter e Sponsor, hanno deciso comunque di devolvere il 10 % delle quote di iscrizione ed il contributo volontario raggiungendo quota 100 euro a favore delle zone dei Terremotati; un segno sia pure simbolico che può dare un aiuto. E’stata questa prova, il preludio della classica iniziativa del 34°DOLOMITI MOTO INTERNATIONAL ALPE ADRIA 2012 che vedrà a fine agosto –primi settembre il revival del 4° Rally Touring delle Dolomiti del 1975 con base nel Cadore fra Pieve e Calalzo

Share

Comments are closed.