Friday, 6 December 2019 - 03:21
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Fondo turismo. Bond: “Priorità assoluta agli alberghi di montagna, dopo la drammatica stagione invernale”

Giu 10th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond

Una riserva del trenta per cento, ma soprattutto la priorità assoluta per sei mesi nell’accesso a favore delle imprese alberghiere di montagna. Sono questi alcuni dei dettagli operativi del fondo 2012 di rotazione regionale per il settore del turismo, strumento che mette a disposizione 15 milioni di euro per sostenere le operazioni finanziarie di piccoli e medi albergatori.

A sottolinearlo – a pochi giorni dal via libera in Sesta Commissione – è il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond, autore di quell’emendamento che nella finanziaria 2012 aveva introdotto la riserva a favore degli operatori di montagna anche alla luce del drammatico andamento della stagione turistica invernale sulla montagna veneta.

I finanziamenti potranno essere concessi per ricapitalizzazione e riequilibrio finanziario aziendale e per consolidare debiti bancari. Le modalità del finanziamento prevedono una quota pubblica messa a disposizione dalla Regione tramite “Veneto Sviluppo spa” a tasso zero e una quota privata apportata dall’intermediario finanziario scelto tra quelli convenzionati con Veneto Sviluppo a tasso da concordarsi. Il finanziamento agevolato potrà avere un importo massimo di 500 mila euro per impresa.

“Nei prossimi sei mesi le imprese di montagna avranno priorità assoluta e questa è una grande conquista, per nulla scontata”, sottolinea Bond, che invita gli albergatori a prendere visione del nuovo strumento. “Sia chiaro, non si tratta di una misura risolutiva, ma di una boccata d’ossigeno in un momento molto delicato per l’economia e la montagna in particolare”, conclude Bond.

 

Link sul tema:

http://www.bellunopress.it/2012/03/05/per-risollevare-il-turismo-invernale-la-montagna-ha-bisogno-di-progetti-concreti-e-condivisi-lanalisi-di-anef-veneto-e-confindustria-belluno-dolomiti/

http://www.regione.veneto.it/Notizie/Comunicati+Stampa/Febbraio+2012/358.htm

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. al è anca ora!

    si ricorda che una stima degli architetti di Belluno, parlava di almeno 300 milioni di euro per portare gli alberghi bellunesi a livelli di accettabilità.

    qua serve un piano Marshall, altro che cerotti.

  2. ..peccato che manchi quell’organismo fondamentale che potrebbe fare da coordinamento nella gestione dei fondi…ovvero la provincia, che allo stato attuale è gestita da un commissario che nemmeno si pone il problema della montagna (chissà se è mai stato più a nord di Longarone…)…