Saturday, 7 December 2019 - 01:10
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

“…i tanti stranieri che popolano i nostri bar dal mattino alla sera”: Dario Bond (Pdl) ripropone il fantasma della sicurezza in salsa leghista

Giu 6th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond

“Per l’ennesima volta i carabinieri di Feltre hanno dimostrato efficienza e vicinanza al territorio. E’ un modello vincente da esportare e far conoscere il più possibile. Allo stesso tempo i cittadini devono fare la loro parte, segnalando episodi sospetti e promuovendo una cultura di siucurezza diffusa”.

A dirlo è il consigliere regionale del Pdl Dario Bond all’indomani dell’operazione che ha portato all’individuazione dei responsabili delle rapine di inizio maggio sul territorio feltrino.

“Non siamo più l’isola felice di un tempo ma rispetto ad altre realtà la situazione è nettamente migliore. E’ nostro dovere fare in modo che non si facciano passi indietro. La crisi morde e può agevolare la piccola e grande criminalità, soprattutto quella legata al patrimonio. Dobbiamo restare vigili e collaborare con chi ogni giorno è sul campo e ci mette la faccia”.

“La sicurezza”, prosegue Bond, “deve restare una priorità e per questo dobbiampo cominciare a trattare l’argomento con franchezza, senza pregiudizi né buonismi. Penso, per esempio, ai tanti stranieri che popolano i nostri bar dalla mattina alla sera, apparentemente senza fare nulla. Il loro numero è visibilmente aumentato e prima o poi dovremo chiederci se è il caso almeno di affrontare il problema e approntare delle soluzioni”.

 

 

Share

6 comments
Leave a comment »

  1. Che pena…

  2. Infinita..

  3. 1 i bar non sono frequentati solo da stranieri che non fanno nulla, ma da tanti disoccupati, pensionati e giovani nostrani che quanto ad alcolismo non sono secondi. 2 l’ingresso della mafia in veneto e nel bellunese dice niente al nostro a proposito di sicurezza e i reATI CONTRO IL PATRIMONIO SONO SPESSO COMMESSI DA COLLETTI BIANCHI E FINANZIARIE O NO ?
    terzo li chiama stranieri ma si è posto il problema della cittadinanza per tanti ragazzi che sono qui da anni?
    Questo nulla toglie al fatto che forse anche questo non basta e resta il dovere di reprimere e prevenire fatti come quelli appena successi ma occorre chiedersi perchè ormai tanti minorenni, compresi i nostri, si spingono a reati spesso anche efferati.

  4. Ma par piazer, pensar ai bellunesi invece!

  5. Quando sono da sfruttare sono una risorsa, quando hanno finito di sfruttarli diventano un problema che paga la societa’.

    E pensar prima alle problematiche?

  6. Facendo sia il pidiellino che il leghista pensa di raccogliere un pò di voti.
    Ma non si è reso conto che il vento sta cambiando?