Saturday, 7 December 2019 - 08:02
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Dolomitibus: Pd e lista civica chiedono di fermare la vendita delle quote azionarie. Ammesso che ci sia un compratore

Giu 6th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

I consiglieri comunali del gruppo Pd e di “Tutti per Belluno”  – consiglieri firmatari: Claudia Bettiol, Roberto De Moliner, Mirco Costa, Irma Visalli (PD) e Patrizia Burigo (Tutti per Belluno)  – chiedono che venga ritirata la delibera sulla vendita delle quote Dolomitibus e definiscono “inaccettabile” il comportamento del sindaco Massaro, che ha negato ai lavoratori il proprio impegno per questa causa. “In campagna elettorale”, scrivono in una nota, “tutti abbiamo detto che la vendita andava fermata perché in gioco ci sono le corse degli autobus, il controllo pubblico del trasporto locale e molti posti di lavoro da salvaguardare. Abbiamo dato battaglia e chiesto che la delibera fatta dalla giunta Prade fosse ritirata. Lo abbiamo fatto pur sapendo che gli introiti sarebbero serviti al bilancio comunale, ma consapevoli che il compito dell’amministrazione sarebbe stato quello di trovare delle alternative efficaci e rispettose del patrimonio come delle persone. E’ inaccettabile che il sindaco Jacopo Massaro si rimangi oggi, a pochi giorni dal voto, un preciso impegno elettorale. A maggior ragione è inaccettabile considerato che da consigliere di opposizione, appena l’11 marzo scorso, firmò un ordine del giorno per fermare la vendita”. Il gruppo del PD aggiunge: “In consiglio provinciale abbiamo fatto una grande battaglia per difendere il servizio pubblico della Dolomitibus e l’abbiamo vinta. Faremo lo stesso nel consiglio del Comune di Belluno, nell’interesse dei cittadini e dei dipendenti di Dolomitibus”.

 

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. “Ammesso che ci sia un compratore”?? la questione è spiegata bene qui e, coem si vede, c’è eccome un compratore: http://www.tizianamartire.it/dolomiti-bus-e-ratp-dev-italia-srl/