Saturday, 7 December 2019 - 18:10
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Sabato a Mel: “Cena di famiglia (cognate)” con la compagnia Nautilus Cantiere Teatrale (Vi)

Giu 1st, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Dopo l’apertura affidata alla compagnia feltrina Farine Fossili, che ha deliziato un pubblico alquanto numeroso e piuttosto incuriosito dalle peripezie surreali e al limite del farsesco del maggiore Kovalev con lo spettacolo “Il Naso” di Gogol, la rassegna teatrale zumellese prosegue sabato 2 giugno ospitando sul palco della Palestra delle Scuole Medie la compagnia Nautilus Cantiere Teatrale.

Il gruppo vicentino metterà in scena la commedia dell’autore francese Eric Assous “Cena di Famiglia (cognate)”, spettacolo brillante in cui non mancheranno esilaranti colpi di scena scaturiti, durante una cena tra fratelli e rispettive consorti, dalla presenza di una giovane segretaria, tra imbarazzi, gelosie e cattiverie tipiche dell’ambiente famigliare.

Il Nautilus Cantiere Teatrale di Piergiorgio Piccoli nasce nel 2009 da un pregevole connubio artistico: alcuni attori di esperienza, pluripremiati ai festival nazionali di teatro amatoriale e provenienti da altri gruppi teatrali locali, si incontrano con nuovi giovani elementi di talento che hanno seguito un valido e qualificato percorso di formazione triennale. L’unione fra questi due mondi, fra queste due realtà, ha generato un organico fresco, dinamico e capace di affrontare qualsiasi genere teatrale.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.00 presso la Palestra delle Scuole Medie di Mel; per ogni altra informazione: www.teatrozumellese.it , www.nautiluscantiereteatrale.it .

 

TRAMA

 

Le cognate sono tre, una diversa dall’altra: Nicole, ingenua casalinga persa nel suo mondo rosa, fa da entusiasta padrona di casa, Mathilde, intellettuale dalle battute al vetriolo, si annoia, Christelle, borghese decisamente snob, si vanta dei suoi successi professionali. Con loro i rispettivi consorti: un tenero informatico (Franky), un avvocato pieno di brio (Ivan) un dentista borioso (David).

I tre fratelli, radunati per una cena con le rispettive consorti, scoperto che la segretaria di Franky, la giovane Talia, a loro ben nota, è stata invitata, mascherano a stento il loro imbarazzo, cadendo presto nel panico. Le mogli coltivano i loro sospetti in un crescendo di tensione, che esplode in colpi di scena tanto disperati per i protagonisti quanto esilaranti per il pubblico. La famiglia si disfa in un turbine di meschinerie e cattiverie insospettabili, per ricomporsi in alleanze prima impensabili, mostrandosi irresistibilmente comica a chi può godersi lo spettacolo.

Nell’allestimento della compagnia “Nautilus cantiere teatrale”, Piergiorgio Piccoli, regista che vanta una lunga esperienza nel genere brillante, porta un gruppo di giovani attori, tra loro fortemente affiatati, a sostenere un ritmo travolgente, inserisce battute e situazioni in un ingranaggio già calibrato, aumentandone la comicità, e coltiva divertenti caratterizzazioni dei personaggi.

Dirigendo gli attori in un perfetto rimbalzo di aneddoti, rivelazioni e impertinenze, il regista li scatena gli uni contro gli altri, da un lato portando i personaggi a liberarsi dalle convenzioni e a mostrarsi per come realmente sono, dall’altro permettendo agli attori inattese trasformazioni, svelandoci così molti dei comportamenti contraddittori e complessi della coppia contemporanea.

Share

Comments are closed.